Il Città dei Normanni conquista anche garadue

Decisivo l'ottavo attacco, in cui i Siciliani mettono a segno 6 punti. La T&A paga le assenze sul monte

Per garadue i manager di T&A e Citta dei Normanni mettono la palla in mano rispettivamente a Martignoni e Pezzullo.
I Sammarinesi appaiono subito determinati a vendicare la netta sconfitta di ieri, e mettono un punto in carniere già al secondo inning: con due eliminati Colicchio batte un singolo a sinistra e raggiunge la seconda base grazie all’errore provocato dalla battuta di Paganucci. Finetti, ancora un singolo, porta a casa il compagno più avanzato.
Al quarto inning Rovinelli e Costantino battono valido a seguire e avanzano in terza e seconda grazie a una doppia rubata con Colicchio nel box. È ancora un errore della difesa dei padroni di casa che consente alla T&A di arrotondare sullo 0-3.
I Warriors tolgono lo 0 in tabellone nella parte bassa del quarto: Arias, in base per un singolo, avanza su valida di Gorrin e segna per il doppio di Borzì.
La T&A reagisce immediatamente, con un lineup che appare oggi in buonissima forma: McNamara batte valido, Rodriguez conquista la prima per 4 ball ed entrambi arrivano a casa base grazie a Rovinelli, che picchia un triplo e segna a sua volta su singolo al centro di Costantino, tolto poi dal campo da Bindi e sostituito a correre da Lonfernini, poi intrappolato dalla difesa paternese.
Martignoni subisce altri due punti nella seconda parte della quinta ripresa, con un singolo di Bruson, un doppio di Casimiro e un triplo di Bruzon, per il momentaneo 3-6.
Al settimo Rodriguez batte un solo-homer d’anticipo e il Paternò risponde con un doppio di Bruson, che segna poi su errore della difesa T&A (4-7).
I padroni di casa ribaltano la situazione con vero e proprio big inning all’ottavo, quando Rovinelli, sul monte al posto di Martignoni, non riesce ad entrare in partita e concede prima un doppio a Rizzo, poi due basi per ball a seguire a Gorzì e Astuto. Entra Spadoni per arginare la situazione, ma l’attacco dei Warriors non si ferma: il nuovo lanciatore, entrato evidentemente a freddo, concede un’altra base per ball e un sacrificio, poi Casimiro centra il secondo doppio della partita, seguito da Agli con un triplo e Arias con un singolo. Alla fine dell’ottavo il punteggio è 10-7 per il Città dei Normanni.
Reagisce la T&A, che apre il nono con un triplo di Finetti, mette in base McNamara e Bello, il cui singolo consente a Finetti di segnare, ma la rimonta si spegne, con Torres sul monte, insieme alla linea battuta da Rovinelli nel guanto del seconda base siciliano.
Paga carissimo, il San Marino, il momento transitorio del bullpen, privo del lanciatore straniero dopo il voltafaccia di Montine e con Vitale che tarda a prendere l’aereo.
Il Città dei Normanni invece dimostra di saper dare continuità al momento positivo, con un risveglio alla grande di un lineup, pericoloso in tutti i suoi spot, che ritrova il suo leader, Carlos Casimiro.

Informazioni su Marco Landi 136 Articoli
Nato a Bologna nel 1965, è sposato con Barbara e papà di Riccardo (31/12/96, batte destro e tira mancino) e lavora da sempre nell'ambito della comunicazione.Dal 1993 al 2004 alla Master Key Bologna, agenzia di consulenza in comunicazione, con competenze specifiche inerenti l'area below-the-line, sponsoring e sales promotion in particolare, e i servizi per l'ufficio stampa.Nel 1991-92 è Coordinatore responsabile della Lega Baseball Serie A, di cui gestisce l'attivita di back office e di comunicazione.Dal 1988 al 1991 è Responsabile marketing e comunicazione della Fortitudo Baseball è stato membro del C.O.L. Bologna per i Mondiali di Baseball Italia '88.In questi anni svolge il lavoro di coordinamento nella redazione dei periodici Fuoricampo e Baseball Magazine.Nel 2002 rientra in Fortitudo e dal 2004 è marketing professional per la Federazione Italiana Baseball Softball. Lettore onnivoro, predilige tematiche di aggiornamento per la propria professionalita, ama il fantasy e colleziona fumetti.Ascolta hard rock in tutte le sue forme.Tenta disperatamente, con il poco tempo a disposizione, di abbassare il suo handicap di golfista, ma questa e un'altra storia...

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.