La P.O. a Grosseto contro la Prink

Per l'amichevole convocati da Massellucci 17 elementi

Sono diciassette i giocatori convocati da Beppe Massellucci, in occasione dell'amichevole che la Nazionale P.O. disputerà domani sera a Grosseto, contro la Prink, prima di una serie di partite che il gruppo dei Futuri Olimpionici terrà durante il campionato contro squadre di serie A1 e A2.
I convocati sono i seguenti:
Lanciatori: Avagnina, Luschi, Mariani, Costantini, Salciccia, Romani, Fanali
Interni: Giuseppe Mazzanti, Sgnaolin, Imperiali, Frezza
Esterni: De Santis, Sanna, Pinto
Ricevitori: Origlia, Albanese, Bosco
Tra i lanciatori, ci sono le novità di Romani, giocatore che milita in serie A2 con la Roma, e Fanali, che gioca con il Montefiascone, oltre ad elementi che hanno anche già partecipato al ritiro che la nazionale P.O. ha effettuato a Cienfuegos (Cuba) lo scorso mese di marzo. Mentre, cosa confermataci dallo stesso Massellucci, la lista è stata stilata anche in base alla vicinanza dei giocatori a Grosseto, considerato che si tratta di una gara infrasettimanale.
Il match avrà inizio alle 19,30 allo stadio Iannella, insieme a Massellucci sulla panchina azzurra ci saranno anche i due coach Gianmario Costa e Dario Bazzarini, ed i due tecnici cubani che erano già presenti alla prima amichevole in quel di Buttrio.
Dopo la gara in Toscana, la Nazionale P.O. disputerà il prossimo match tra due settimane a Modena contro la Fiume Costruzioni.

Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.