Italeri a Paterno' con Matos sul monte

Formazione di partenza ancora da decidere. Ruoteranno tutti gli undici elementi base

Un’Italeri Bologna ancora alla ricerca di se stessa in battuta (ovviamente non parliamo di Dallospedale, col suo 571, di Solano, 455, o di Pantaleoni, 429 al suo esordio bolognese), punta sulla Sicilia per centrare il tris, dopo che nell’apertura stagionale ha lasciato la prima partita alla T&A San Marino. ‘Anche se – come ci ha detto Mazzotti – non è che a Paternò abbiamo una gran tradizione, dato che in entrambi i precedenti abbiamo sempre fatto due a uno”.
Dimenticare subito la brutta partenza insomma. ‘Sabato e domenica abbiamo giocato male. Non abbiamo supportato adeguatamente Bazzarini prima, e dopo ci siamo adattati alla velocità dei lanciatori che avevamo di fronte, paradossalmente trovandoci meglio su Spykstra che di fronte gli altri. Non abbiamo battuto molto, e non abbiamo saputo far gioco”.
Per il trittico contro la Città dei Normanni la formazione è ancora da decidere, in particolare per la linea degli esterni e il ruolo di battitore designato. Sarà in ogni caso una turnazione sulle tre gare degli undici uomini base di cui dispongono i bolognesi. I partenti dovrebbero essere Bazzarini e Cretis, nei due match riservati agli italiani, con l’esordio italiano di Matos nella partita dello straniero. Un Matos visto abbastanza allenato (ha giocato l’ultima partita due settimane fa) e quindi in campo senza particolari problemi di autonomia, teoricamente. Fra i rilievi mancherà invece Cerbone, rientrato negli Stati Uniti. ‘Salvo infortuni – ci ha detto il coach biancoblu – non un problema a questo punto della stagione. Sei lanciatori bastano. Altro discorso quando a giugno ci sarà la Coppa dei Campioni o quando si arriverà alla fine della stagione. Per allora però potrebbe tornare Cerbone o esserci qualcun altro che arriva”.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.