Newman e Parisi trascinano il Parma

Il veterano splendido in pedana, l'azzurro batte a casa 4 punti

Il Ceci & Negri Parma si è rifatto della sconfitta in extremis patita nella gara pomeridiana regolando per 8-1 sabato sera la Fiume Costruzioni Modena.

La gara è stata comunque più equilibrata di quanto non indichi il risultato finale. Modena, pur priva di Canate (contuso ad una mano dopo essere stato colpito da un lancio di Olenberger al pomeriggio) e Garcia Belizzi (stiratosi nell'azione decisiva di gara 2) ha segnato in avvio con Rosado, a segno su doppio del solito Munoz. Da quel punto però il partente parmense Newman è diventato praticamente intoccabile per i 'canarini'.
Il mancino di casa Toriaco ha rivaleggiato in bravura con l'americano naturalizzato, tenendo a zero Parma per 5 riprese. Al sesto però il Ceci & Negri ha pareggiato. Balgera ha battuto valido e Parisi, per l'occasione impiegato come battitore designato, lo ha spinto a casa con un doppio.

Sull'1-1 la gara è scivolata sino alla nona ripresa. Parma ha aperto l'ultimo inning con un singolo di Squarcia. Illuminati ha fatto avanzare il compagno in seconda con un bunt. Caravita ha colpito un singolo che ha portato a casa base Squarcia e ha raggiunto la seconda base sull'azione. Toriaco ha a quel punto passato in base per ball La Fera e la panchina ha deciso di avvicendarlo con Paltrinieri. Il cambio però non è riuscito a fermare un attacco di Parma ormai scatenato. Brambilla, Morelo e Chapelli hanno battuto valido in sequenza e Parisi ha chiuso i conti con un doppio. Su Cremaschi, terzo lanciatore della Fiume, ha battuto valido anche Squarcia (alla seconda apparizione dell'inning), che ha così fissato il punteggio sull'8-1 finale.

Corradini si è incaricato di lanciare il nono inning per il Ceci & Negri.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.