Paternò a corto di lanciatori

Durissimo debutto per i siciliani sul campo del Nettuno

Senza i nuovi arrivi e con Torres in non buone condizioni Paternò va a Nettuno per giocarsi tutto il venerdì sera , con un monte tutto da inventare per le partite di sabato. Come ci ha detto il coach Giancarlo Messina: ‘Per fortuna i primi due turni non li giochiamo contro le nostre dirette concorrenti: la nostra squadra sarà al completo solo dal primo di maggio quando incontreremo il San Marino”. La situazione è infatti diversa da quella che avevamo prospettato nel nostro articolo di presentazione della squadra: innanzitutto non è tornato Galbani che ha avuto migliori occasioni oltreoceano. Non è tornato neanche Suarez, che quindi lascia il posto ad Agli come titolare all’esterno. Non sono ancora arrivati i rinforzi sul monte. In particolare: Pezzullo arriverà domani ma non potrà essere messo in campo, oltre che per ovvi motivi di stanchezza, perché deve ancora ottenere la residenza; Scaduto arriva la settimana prossima e a seguire arriverà Arias. Quindi probabilmente i problemi sul monte si riproporranno tali e quali il prossimo fine settimana. Torres sta ancora recuperando da problemi al braccio e molto probabilmente verrà tenuto a riposo. Rimangono quindi nel roster solo Alibardi e D’Ignoti come lanciatori di ruolo.

Per le posizioni difensive gli esterni saranno Agli, Bruzon e Sciacca: Agli verrà spostato all’esterno a causa della promozione a catcher titolare di Danny Camerino ei conseguente spostamento in prima base di Carlos Arias. All’interbase vedremo Casimiro, in attesa dell’arrivo di Di Mare (previsto entro il 30 Aprile). In terza si alterneranno Ferraro e Borzì. All’arrivo di Di Mare, Casimiro tornerà in terza. In seconda, come previsto, LoCascio. Battitore designato Rizzo o Astuto, con quest’ultimo che potrebbe anche giocare anche esterno.

Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.