Italeri, le mani sulla Supercoppa

Cretis, Bazzarini, Betto e Milano annullano una Telemarket ancora in formazione incompleta

Quattro punti nel secondo inning, e l’ Italeri Bologna aggiunge la Supercoppa allo scudetto e alla coccarda della Coppa Italia già sulle casacche. Sei valide concentrate dai felsinei in un turno d’attacco, e Rimini per la seconda volta perde l’appuntamento d’apertura della stagione, come un anno fa col Grosseto.
In campo fra le due squadre una differenza quasi abissale. Ben oltre quel che poteva valere la mancanza nelle fila ospiti di uno straniero, Oropeza, e di due oriundi, Edmondson e Buccheri, che devono ancora attraversare l’Atlantico, e l’assenza di Evangelisti.
Il fatto è che nel box di battuta ha giocato una squadra sola, l’Italeri. Per la Telemarket una valida di Osuna, su Cretis (sei strikeout e una base in cinque riprese), e una base racimolata da Gaiardo al 5°. E basta! Sei uomini affrontati in due inning (4 kappa) per l’ex Bazzarini, tre all’8° per Betto, tre al 9° per Milano (due al piatto).
I campioni d’Italia di valide, in totale, ne hanno messe assieme 12 (tre Urueta, due singoli Antigua, due doppi Sheldon), sette dopo due frazioni, sei nel secondo turno, su Marchesano. E da lì in poi non c’è stata più partita.
Singolo di Urueta da primo uomo, singolo interno di Antigua, prima extrabase di Sheldon, e 2 a 0. Con Sheldon in terza, kappa-lanciopazzo su Pantaleoni per il 3 a 0. Al piatto Rigoli, singolo sulla terza di Dallospedale, singolo di Solano e 4 a 0. Con la Telemarket che deve dire grazie per un Dallospedale mandato a casabase dal suggeritore di terza bolognese Nanni per il secondo out. Partita finita!
Anzi è stata l’Italeri ad avere ancora un paio di possibilità. Ma prima, al 6°, una situazione di corridori in seconda e terza con uno fuori, e quindi Sheldon in seconda da lead-off all’8° sono rimaste senza seguito.


Successione punteggio
TELEMARKET RIMINI 0 0 0 0 0 0 0 0 0 = 0 (bv 1, e 1)
ITALERI BOLOGNA 0 4 0 0 0 0 0 0 R = 4 (bv 12, e 0)
Lanciatori: Marchesano (perdente), Patrone, Cabalisti, Bartolucci; Cretis (vioncente), Bazzarini, Betto, Milano.
Note: Doppi di Sheldon (2) e Pantaleoni.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.