Aspettando il lanciatore straniero

L’Italeri in MacronCup, domani contro la Telemarket (a Bologna – ore 16), in attesa di Jesus Matos.

Niente mezze misure. L’Italeri Bologna affronta l’impegno nella ‘Macron Super Cup” con il coltello fra i denti!
Chiarissimo il presidente Michelini. Alla domanda in che ordine metterebbe gli obiettivi della sua squadra ha detto: ‘Supercoppa, Coppa dei Campioni, Coppa Italia e campionato: perchè il calendario li colloca così!”
Altrettanto chiaro Mazzotti, che ci ha dichiarato: ‘Adesso si comincia a giocare sul serio”.
Bene! Pendiamo atto.
E’ evidente che a Bologna vogliono mettersi, almeno psicologicamente, in posizione di vantaggio, rispetto alla Telemarket Rimini che affronteranno domani alle 16 al ‘Falchi” e che sarà la sua più seria concorrente nella corsa per lo scudetto che inizierà poi venerdì prossimo.
All’impegno i petroniani peraltro possono approcciarsi nel migliore dei modi, con tutto l’organico a disposizione. La formazione annunciata vedrà Liverziani in prima, Dallospedale in seconda, Solano interbase, Sheldon in terza; Urueta, Rigoli, Pantaleoni, da sinistra a destra, agli esterni; Frignani dh; Antigua a ricevere, con Cretis come partente sul monte.
Una delle possibili formazioni-tipo, visto che in Supercoppa il regolamento esclude l’utilizzo del lanciatore straniero.
In effetti quella del pitcher di importazione è l’unico tassello che deve ancora andare a posto in Fortitudo, dopo l’infortunio occorso a Gabriel Ozuna, e i tempi burocratici necessari per la sua sostituzione con Jesus Matos, che sono quelli che sono.
Il nuovo ‘stranger” dell’Italeri – 30 anni, destro, dominicano – nel 2003 ha giocato con i Calgary Outlaws, nella Canadian League (Indipendent), con buone cifre: 5 vinte/2 perse, su 10 partite da partente (5 complete), 3.04 come pgl, con 79 strikeout e 7 basi ball in 80 inning lanciati. Il tutto però dopo un paio d’anni ‘buchi”, in cui di lui non si trova traccia, dopo essere arrivato fino in ‘doppio A” con l’organizzazione dei Colorado Rockies.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.