Telemarket: Buccheri torna da oriundo

I Pirati riabbracciano uno dei protagonisti dello scudetto della stella e annunciano Ricky Osuna come terzo straniero. Nell'infield arrivano anche Manzotti e Calabrese.

Giochi fatti o quasi in casa Telemarket a due settimane dal play-ball. Negli ultimi giorni infatti il roster a disposizione di coach Mike Romano si è arricchito di alcuni importanti arrivi. Intanto Jim Buccheri, grande protagonista dello scudetto della stella riminese due anni fa nei panni di straniero, che tornerà in riva al Marecchia come paisà, un colpo niente male messo a segno dalla dirigenza neroarancione. Poi l'annuncio del terzo straniero, un altro elemento dotato di grande velocità sulle basi che risponde al nome di Ricky Osuna, ventiseienne californiano autentico jolly difensivo che l'anno scorso ha militato nella Summer League messicana dopo aver chiuso nel 2002 con 279 di media battuta, 83 punti segnati e ben 33 basi rubate con la casacca dei Sonoma County in Indipendent League. Sarà sicuramente lui il lead-off dei Pirati. Ma gli arrivi in campo interno non sono finiti qui. Insieme all'ex bandiera veronese Willy Manzotti, è infatti in arrivo anche il giovane oriundo (25 anni) Anthony Calabrese, fino a qualche anno fa miglior prospetto degli Yankees nel ruolo di interbase. L'anno scorso a Binghamton (doppio A dei Mets), Calabrese ha chiuso con 255 di media battuta con 2 homer e 16 pbc. Il giovane oriundo, che sta ultimando gli studi negli States, dovrebbe arrivare in tempo per esordire contro il Rajo, mentre Buccheri sarà disponibile soltanto a partire dal mese di maggio.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.