L'Italia fa sul serio

Battuti anche i professionisti dei Marlins (8-6) al termine di una gara eccellente. Domenica la replica

Al termine della gara Giampiero Faraone si è complimentato con tutti gli azzurri. Un gesto che la dice lunga su quanto sia stata soddisfacente la prestazione dell'Italia, scesa in campo a Jupiter contro una selezione di professionisti dei Florida Marlins (giocatori che disputeranno la stagione 2004 o in Singolo A oppure in 'Rookie League', trai quali l'olandese De Vrieze)) e uscita vincitrice per 8-6.

La gara non era iniziata benissimo. Al momentaneo vantaggio degli azzurri, siglato da Dallospedale su valida di Di Pace, i Marlins avevano risposto con 3 punti. Giunti sulle basi grazie a qualche problema di controllo del partente azzurro Massimino, gli americani hanno trovato la valida risolutrice con il terza base Krea, che ha sparato un doppio al centro.
A loro agio contro il partente avversario Glynn, gli uomini di Faraone hanno riempito le basi al cambio campo. L'occasione sembrava svanire sugli strike out a la Fera e Pantaleoni, ma Glynn forzava a casa il punto colpendo Dallospedale e veniva centrato duramente da Ermini e Chiarini, che ribaltavano il punteggio.

Martignoni e Patrone in pedana si incaricavano di bloccare l'attacco avversario e al quinto l'Italia allungava. Ermini arrivava salvo su errore e Chiarini e Di Pace lo seguivano con 2 singoli. La battuta in doppio gioco di Ramos valeva un punto e il successivo lancio pazzo di Newiky portava il punteggio sul 7-3 per l'Italia.

Gli americani tentavano il ritorno al settimo contro Richetti. Il rilievo dell'Anzio denunciava qualche problema di controllo e riempiva le basi. Il singolo dell'esterno sinistro Ciprian portava a casa 2 punti e costringeva Faraone a chiamare dal bull pen Lucena. Il pitcher del Modena concedeva un singolo all'esterno destro avversario Encarnacion, buono per il 7-6, e poi riusciva a chiudere con uno strike out.

All'ttavo comunque gli azzurri segnavano ancora. Era Ramos, autore di un doppio, ad avanzare in terza su errore e a segnare sulla battuta in diamante di Frignani.
Kasey Olenberger saliva in pedana a chiudere in tutta sicurezza il nono con la sua veloce da 91 miglia all'ora.

Gli azzurri, che domani si alleneranno al Broward College, ritroveranno il Singolo A dei Marlins domenica alle 13.30 a Jupiter.

ITALIA 1 4 0 0 2 0 0 1 0 = 8 (bv 9, e 1)
MARLINS 3 0 0 0 0 0 3 0 0 = 6 (bv 6, e 2)

lanciatori Massimino rl 2, so 4, bb 3, bv 1, pg 2; Martignoni (v.) rl 1, so 2, bb 0, bv 1, pg 0; Patrone rl 2, so 4, bb 1, bv 0, pg 0; Richetti rl 1.2, so 2, bb 2, bv 3, pg 3; Lucena rl 1.1, so 3, bb 0, bv 2, pg 0; Olenberger rl 1, so 2, bb 0, bv 0, pg 0; Glynn (p.) rl 2, so 3, bb 1, bv 5, pg 5; Camilo rl 2, so 2, bb 0, bv 0, pg 0; Newicky rl 1, so 0, bb 0, bv 3, pg 2; Lugo rl 1, so 0, bb 0, bv 0, pg 0; Jourkin rl 3, so 2, bb 0, bv 1, pg 0

ITALIA: 2b Dallospedale (1 su 3, Imperiali 0 su 1), 3b Ermini (1 su 3, Schiavetti 0 su 1), ED Chiarini (3 su 4), DH Di Pace (2 su 4), DH Ramos (1 su 4), ES Urueta (1 su 3), 1b Rovinelli (0 su 2), RIC Parisi (1 su 3, Malagoli 0 su 1, Bischeri 0 su 1), INT La Fera (0 su 3, Sgnaolin 0 su 1), EC Pantaleoni (0 su 4); LAN Massimino (Patrone, Martignoni, Richetti, Lucena, Olenberger)
FLORIDA MARLINS: INT Campusano, EC Thedorf, ES Ciprian, ED Encarnacion, 3B Krea, DH Pierks, RIC De Vrieze, 1B Baker, 2B Franco, DH Rogers; LAN Glynn, Camilo, Newicky, Lugo, Jourkin)

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.