Seconda vittoria per gli azzurri

La preparazione in Florida prosegue al meglio.. Battuto il Broward College 3-2.Domani giorno di riposo

L'Italia ha battuto per 3-2 il Broward Community College (formazione ricca di prospetti sotto osservazione da parte degli scout) nella seconda amichevole disputata in Florida. La gara è stata disputata sulla distanza delle 7 riprese, in modo da consentire di completare la prima parte del programma di lavoro dello staff di lanciatori.
Sul monte sono saliti Milano e Bartolucci per 2 riprese; Billisi, Colaceci e Martignoni per un inning. L'unico pitcher dello staff a non aver ancora affrontato i battitori dal vivo è quindi Matteo Nava.
Alla gara di oggi non ha preso parte Rovinelli, che ha accusato una lieve forma influenzale.

Dal punto di vista generale, l'Italia ha confermato la buona impressione suscitata ieri contro Miami Dade in difesa. In attacco, pur mettendo a segno la metà delle valide rispetto a ieri, gli azzurri hanno colpito meglio la palla e solo un paio di linee prese al volo non hanno consentito all'Italia di prendere il largo. In particolare, al quarto l'interbase di Broward Batista ha letteralmente rubato una valida a Ramos, completando un pregevole doppio gioco.
Dal secondo gruppo di lanciatori vengono indicazioni positive come erano arrivate dal primo, soprattutto per quel che riguarda la capacità di centrare l'area dello strike.
C'era una certa curiosità per vedere all'opera Tony Billisi. Il nuovo lanciatore del Nettuno, pur ancora lontano dalla miglior forma, ha mostrato una velocità apprezzabile e buon controllo dei lanci ad effetto.

L'Italia ha risolto la gara al quinto, quando Urueta, Frignani, Parisi e La Fera (il migliore oggi: 2 su 2) hanno colpito in sequenza i lanci del rilievo Cooney. Gli azzurri hanno portato a casa 3 punti che sono stati sufficienti per vincere.
Gli americani erano passati per primi in vantaggio contro Milano con l'esterno sinistro Ferreira, che arrivato in prima grazie ad una valida ha rubato la seconda e la terza e ha segnato su una palla mancata di Parisi.
Al settimo contro Martignoni Broward ha colpito 2 valide in sequenza che hanno messo in seconda e terza i punti della vittoria. Il mancino del San Marino ha però chiuso la gara con uno strike out.

Gli azzurri riposeranno giovedì e si recheranno venerdì a Jupiter per affrrontare una selezione di Minor dei Florida Marlins.

ITALIA 0 0 0 0 3 0 0 = 3 (bv 5, e 0)
BROWARD COLLEGE 0 1 0 0 0 0 1 = 2 (bv 6, e1)

lanciatori: Milano rl 2, so 3, bb 0, bv 2, pg 0; Billisi rl 1, so 1, bb 0, bv 1, pg 0; Colaceci rl 1, so 0, bb 0, bv 0, pg 0; Bartolucci (v.) rl 2, so 1, bb 0, bv 3, pg 0; Martignoni rl 1, so 3, bb 0, bv 2, pg1; Gonzalez rl 3, so 2, bb 1, bv 1, pg 0; Cooney (p.) rl 2, so 1, bb 1, bv 3, pg 2; Palmer rl 2, so 0, bb 1, bv 2, pg 0

ITALIA: 3b Schiavetti (0 su 2, Ermini 0 su 2), 2b Dallospedale (0 su 2, Imperiali 0 su 2), ED Chiarini (0 su 2), DH Di Pace (0 su 2), 1b Ramos (0 su 2, Bischeri 1 su 1), ES Urueta (2 su 3), DH Frignani (0 su 3), RIC Parisi (1 su 2, Malagoli 0 su 1), INT La Fera (2 su 2, Sgnaolin 0 su 1), EC Pantaleoni (1 su 3); LAN Milano (Billisi, Colaceci, Bartolucci, Martignoni)
BROWARD COMMUNITY COLLEGE: EC Gonzalez, INT Batista, 3B Doddo, ES Ferreira, DH Rodriguez, RIC Meingasner (Dannister), DH Martinez, 1B Gutierrez, ED Madrid, 2b Marcado; LAN Gonzalez (Cooney, Palmer)

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.