Verso il Play Ball (5)

La National League Central

Continuiamo il nostro viaggio nella National League, analizzando questa volta i lineup e le rotation delle squadre della Central Division, l’unica a sei squadre.

Chicago Cubs
Migliori acquisti: G.Maddux, L.Hawkins, T.Walker, D.Lee, M.Barrett
Peggiori perdite: E.Karros, A.Alfonseca, K.Lofton

Lineup probabile
C Barrett
1B Lee
2B Grudzielanek
3B Ramirez
SS Gonzalez
OF Alou, Patterson, Sosa

Rotation e closer
Wood
Prior
Maddux
Clement

Borowski

Che squadra e che offseason! La dirigenza dei Cubs negli ultimi due anni ha fatto davvero un lavoro eccezionale, mettendo a disposizione di Dusty Baker una squadra dall’enorme potenziale. Se è vero che sono i lanciatori a fare la fortuna di una franchigia, ebbene per gli ‘orsacchiotti” arrivare alle World Series potrebbe essere addirittura una passeggiata: la rotation è davvero mostruosa, basti pensare che il grande Maddux, arrivato quest’anno via free agent, potrebbe fare addirittura il quarto partente! Per farvi capire meglio la forza di questo quartetto bastano due numeri, 62 come le vittorie ottenute nel 2003 e 806 come gli strikeout realizzati, davvero impressionante! Non bastasse anche il lineup è stato decisamente migliorato con gli innesti di Derrek Lee (31 HR e 91 punti battuti a casa nel 2003) e Michael Barrett. Occhio infine a Corey Patterson, costretto da un serio infortunio a saltare la stagione scorsa; è un ragazzo dal grande potenziale e sta dimostrando con un fantastico inizio di Spring Training di essere pronto ad avere un ruolo importante nella prossima stagione sia da leadoff che nel cuore dell’attacco. Stesso discorso per Boston, la squadra è da World Series, destino permettendo…..

Houston Astros
Migliori acquisti: R.Clemens, A.Pettitte
Peggiori perdite: B.Wagner, G.Blum, R.Villone

Lineup probabile
C Asmus
1B Bagwell
2B Kent
3B Ensberg
SS Everett
OF Biggio, Berkman, Hidalgo
Rotation e closer
Oswalt
Clemens
Pettitte
Miller

Dotel

Un gradino più in basso troviamo la squadra texana, la quale ha pensato bene di derubare gli Yankees di due dei suoi più forti e storici lanciatori partenti, Andy Pettitte e Roger Clemens.
Con loro due la rotazione da forte diventa eccezionale se pensiamo al fatto che Oswalt e Miller hanno collezionato negli ultimi due anni 58 vittorie! La perdita di Billy Wagner, passato ai Phillies, dovrebbe essere ben compensata da Octavio Dotel (più di 10 strikeout di media su nove inning).
Praticamente immutato il lineup, condizionato l’anno scorso da molti infortuni: se quest’anno Kent, Bagwell e Berkman saranno in grado di rendere secondo il loro enorme potenziale, per i tifosi degli Astros lo spettacolo sarà assicurato….

St.Louis Cardinals
Migliori acquisti: J.Suppan, R.Sanders, J.Marquis, J.Tavarez
Peggiori perdite: JD.Drew, F.Vina, B.Tomko,T.Martinez

Lineup probabile
C Matheny
1B Pujols
2B Anderson
3B Rolen
SS Renteria
OF Robinson, Edmonds, Sanders

Rotation e closer
Morris
Williams
Suppan
Marquis/Simontacchi

Isringhausen

L’obbiettivo dichiarato dalla dirigenza era quello di bloccare Albert Pujols con un contratto a lungo termine, e la missione si è felicemente conclusa grazie ad un accordo sulla base di sette anni per la cifra di 100 milioni di dollari! Il problema però è che il resto della squadra lascia abbastanza perplessi: la rotation ha solo due lanciatori affidabili, Matt Morris (propenso però agli infortuni) e Woody Williams il quale viene però da un anno difficile da ripetere (18 vittorie), considerando anche che ad agosto compirà 38 anni. Il lineup, dietro al fantastico Pujols, dà ampie garanzie dal punto di vista dell’esperienza (secondi nella NL per punti segnati nel 2003), un po’ meno dal punto di vista degli infortuni. Sicuramente non all’altezza dei Cubs e degli Astros, potrebbero comunque lottare con le prime grazie soprattutto all’esperienza ed alla grande preparazione tattica di Tony LaRussa, secondo molti al suo ultimo anno sulla panchina dei Cardinals.

Pittsburgh Pirates
Migliori acquisti: J.Mesa, C.Singleton, M.Guthrie, R.Mondesi
Peggiori perdite: J.D’Amico, P.Reese, R.Sanders, J.Tavarez

Lineup probabile
C Kendall
1B Simon
2B Sanchez
3B Stynes
SS J.Wilson
OF Bay, Redman, Mondesi

Rotation e closer
Benson
K.Wells
Fogg
Perez

Torres/Mesa

Il titolo del film è ‘Fuga da Pittsburgh”, regista è la dirigenza dei Pirates, attori praticamente tutti da qualche anno a questa parte. Per completare l’opera manca soltanto un ultimo pezzo, tale Jason Kendall, scommettiamo che dal primo agosto 2004 avrà un’altra maglia? Peccato, specialmente pensando alla grande tradizione di questa franchigia che ha vinto nella sua storia 5 World Series e 9 Pennant ed in cui hanno giocato persone del calibro di Roberto Clemente, Willie Stargell e Barry Bonds. Il lineup 2004 è decisamente indecifrabile, pieno di giocatori probabilmente dal grande futuro, ma dallo scarso presente; l’arrivo da Arizona dell’esterno Raul Mondesi porterà un pizzico d’esperienza alla squadra, ma nulla più.
La rotation si affida al giovane trio Benson-Wells-Fogg che ha ottenuto solo 25 vittorie nel 2003, spesso a causa di un modesto supporto offensivo. Occhio al ventiduenne Oliver Perez: nel 2003 ha ottenuto 141 strikeouts in 126,2 inning lanciati. Un risultato straordinario se pensate che ha una media di 10,02 strikeout per nove inning lanciati!

Cincinnati Reds
Migliori acquisti: C.Lidle, J.Vander Wal (infortunato)
Peggiori perdite: R.Dempster, R.Branyan

Lineup probabile
C LaRue
1B Casey
2B Jimenez
3B Larson
SS Larkin
OF Kearns, Griffey Jr, Dunn

Rotation e closer
Lidle
Wilson
Claussen
Harang

Graves

Che sia finalmente l’anno buono per Ken Griffey Jr ? Dal 2000, anno in cui accettò il trasferimento dai Seattle Mariners ai Cincinnati Reds, ha giocato solo 379 partite a causa di innumerevoli ed incredibili infortuni, una media di 76 partite all’anno! Quest’anno sembra procedere tutto bene, speriamo che la sfortuna finalmente si dimentichi di lui…Il lineup non è male, con giocatori dalla mazza potente come Kearns, Dunn e LaRue, ai quali si chiede però una maggiore disciplina al piatto ( 305 strikeouts complessivi nel 2003). La rotation è sicuramente il punto debole della squadra: l’ex closer Danny Graves, da molti indicato come un partente di sicuro successo, ha avuto nel 2003 statistiche a dir poco imbarazzanti ( 4-15, 5,33 di media ERA!), per cui si è reso necessario un veloce ripensamento. Per far comprendere la pochezza dei partenti dei Reds basta dire che nel 2003 nessun lanciatore ha raggiunto la doppia cifra nella colonnina delle vittorie, con il solo Chris Reitsma ad avvicinarsi con nove….

Milwaukee Brewers
Migliori acquisti: B.Grieve, C.Counsell, J.Spivey, L.Overbay
Peggiori perdite: R.Sexson, R.Clayton, J.Vander Wal

Lineup probabile
C Moeller
1B Overbay
2B Spivey
3B Helms
SS Counsell
OF Jenkins, Podsednik, Grieve
Rotation e closer
Sheets
Kinney
Franklin
Obermueller

Kolb

Dopo la partenza dello slugger Richie Sexson (45 HR e 124 Rbi’s nel 2003) le speranze dei tifosi della squadra cara a Bud Selig di veder migliorare la loro franchigia si sono drammaticamente spente. Ora ai Brewers restano i giocatori degli Arizona D-Backs ricevuti in cambio di Sexson, la velocità di Podsednik ( 43 rubate nella scorsa stagione) e la potenza di Jenkins al quale è stato proprio in questi giorni rinnovato il contratto. La rotation ha un unico giocatore di buon livello in Ben Sheets (11-13 con 4,45 di media ERA nel 2003), mentre è da tenere d’occhio il giovane closer Danny Kolb il quale dopo aver saltato la prima metà della stagione a causa di un infortunio, ha avuto un fantastico 2003 con una media ERA di 1,96 e 21 salvezze su 23 chance; chi lo ha visto lanciare giura che ci potremmo trovare di fronte ad un altro Eric Gagne….

Appuntamento alla prossima settimana con l’analisi dell’ultima Division rimasta, la National League West!

Volete saperne di più sullo Spring Training ? Cliccate sul link in basso e….buon viaggio!!

Informazioni su Francesco Paolo Falanga 83 Articoli
Sposato dal 1999 con Ester, Paolo ha due maschietti, Federico di 2 anni (lanciatore destro!) e Carlo di un anno (battitore mancino!), che spera prendano la sua stessa passione per il baseball.Commercialista di professione, adora la sua famiglia e la casa con le quali passa tutto il tempo possibile.Come hobby ha la televisione (è un divoratore di eventi sportivi in TV), internet e viaggi, ha passato molto tempo negli Stati Uniti dove ha avuto la fortuna di visitare molti stadi di baseball e di vivere da vicino l'educazione sportiva degli americani.Ha collaborato saltuariamente con qualche rivista in America ed è un grande tifoso dei San Francisco Giants. (Spera di rendersi utile al sito cercando di trasmettere quelle stesse emozioni che prova ancora oggi nel vedere una partita del 'meraviglioso gioco del baseball'....

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.