Anche i general manager mangiano il panettone ?

Solo qualche mossa di minor rilievo in questi giorni che, oltre a coincidere con un periodo di festività, sono anche i più lontani dalle scadenze e dai limiti che obbligano le squadre a fare mosse

Solo qualche mossa di minor rilievo in questi giorni che, oltre a coincidere con un periodo di festività, sono anche i più lontani dalle scadenze e dai limiti che obbligano le squadre a fare mosse di mercato o a perdere occasioni.
Fatto sta che sul mercato ci sono ancora Greg Maddux e Ivan Rodriguez, per fare un esempio , ma per loro non si è mosso nulla.

Partiamo dai derelitti Cincinnati Reds che oltre ad avere un record pessimo nel 2003 hanno praticamente smantellato la squadra durante l'anno scorso, con l'obiettivo dichiarato di ricostruire in un arco di tempo abbastanza lungo. Hanno messo sotto contratto Cory Lidle per un solo anno: Lidle è un veterano di 31 anni che l'anno scorso ha avuto la sua peggior stagione con Blue Jays, dopo un paio di ottime annate con Oakland: le cifre del 2003 parlano di 12 vinte 15 perse e 5.75 di media pgl (contro una media di 4.42 in carriera).

Continuano gli aggiustamenti in casa Orioles per costruire una squadra competitiva: contratto di un anno per Mike De Jean rilievo di 33 anni che l'anno scorso ha messo a segno 19 salvezze dividendo la propria stagione tra i Brewers ed i Cardinals: ha anche fatto registrare una media punti guadagnati di 4.68, non particolarmente impressionante come del resto le sue cifre in carriera per strike out e media battuta concessa. Insomma un onesto lavoratore del monte.

Più significativa la firma di Jason Johnson con i Detroit Tigers, anche per le attese dei tifosi degli Orioles: infatti questo contratto di due anni segna l'ennesimo buco nella rotazione della squadra di Baltimore che aveva ceduto l'anno scorso Sidney Ponson e Rick Hellling e avevano già perso Pat Hentgen sul mercato dei free agent. Johnson, 30 anni, ha avuto nel 2003 probabilmente la sua miglior stagione con 10 vinte e 10 perse, 4.19 di media pgl 118 strike out in 189 riprese lanciate.

Altro partente che cambia casacca, David Wells che passa ai San Diego Padres, il 40enne mancino ha deciso di chiudere la carriera nella città natale e firma un contratto di un anno in gran parte costituito di incentivi, dati i dubbi sulle sue condizioni di salute dopo l'operazione alla schiena e dopo la defaiance in gara 5 delle world series che lo ha visto scendere dopo un inning. I Padres si sono comunque assicurati un pitcher che in 16 anni di carriera ha messo a segno 200 vittorie con una media pgl di 4.06. L'anno scorso, abbastanza soprendentemente visti anche i suoi problemi di peso, era riuscito a lanciare non solo con continuità (213 inning) ma anche con un record di 15 vinte 7 perse e 4.14 di media pgl. Gli Yankees gli stavano offrendo solo un contratto di minor league.

Avatar
Informazioni su Ivano Luberti 324 Articoli
Ivano è cresciuto in Maremma dall'eta' di 6 anni e ha visto la sua prima partita di baseball a 9 anni. Ha abbandonato la sua passione per il batti e corri a 19 anni quando si è trasferito a Pisa per l'Universita' e lo ha riscoperto dieci anni dopo quando ha cominciato ad utilizzare Internet per lavoro. Si definisce uno spettatore informato con una logorrea innata che ha deciso di sfogare scrivendo qualche articolo, dopo che il forum di Baseball.it non gli bastava piu'. Laureato in Scienze dell'Informazione e informatico di professione crede nella cooperazione al punto di aver fondato una cooperativa a Pisa, città dove risiede e che purtroppo è un deserto per lo sport che ama.

Commenta per primo

Lascia un commento