Francona è il nuovo manager dei Red Sox

Gli Yankees ottengono Javier Vazquez da Montreal

E` Terry Francona l`uomo che cercherà di dare ai Boston Red Sox il primo titolo delle World Series dal 1918. Il 44enne Francona per quattro anni guidò i Phillies, dal 1997 al 2000, partecipando all`opera di ricostruzione della squadra della Pennsylvania, con un record totale di 285 vittorie e 363 sconfitte. A Boston, la pressione sarà molto più elevata, visto che si tratta di una squadra che la scorsa stagione è arrivata ad una sola vittoria dalle World Series.
L`unica cosa che voglio avere è una possibilità di vincere – ha dichiarato Francona alla conferenza stampa di presentazione – è quello per cui si gioca o si allena“. Il contratto dell`ex manager Grady Little non era stato rinnovato dai Sox al termine della stagione, e ciò aveva permesso a Francona di diventare il 44.mo manager nella storia della squadra. Negli ultimi due anni i Red Sox hanno vinto una media di 94 gare a stagione; quest`anno, hanno partecipato ai playoffs per la prima volta dal 1999.

Novità anche in casa dei rivali storici dei Red Sox, gli Yankees. La squadra di New York ha ottenuto dai Montreal Expos il lanciatore Javier Vasquez, in cambio del prima base Nick Johnson, dell`esterno Juan Rivera, e del lanciatore mancino Randy Choate. Sono stati gli Expos ad annunciare l`accordo, che verrà finalizzato se tutti i giocatori passeranno le visite mediche. Vazquez lo scorso anno ha chiuso con un record di 13 vittorie e 12 sconfitte, e un pgl di 3.24. I suoi 241 striekout sono il terzo totale più alto nella National League. Si unirà ad uno staff di lanciatori che perderà sicuramente Roger Clemens, e forse David Wells e Andy Pettitte.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.