Jack McKeon e Tony Pena i manager dell'anno

Il premio post-stagionale che premia il miglior tecnico di ogni lega va agli skipper di Florida e Kansas City

Jack McKeon non ricorderà la stagione 2003 soltanto per il titolo conquistato con i Florida Marlins. Il 72enne manager dei campioni MLB è stato votato tecnico dell'anno nella National League, per la seconda volta nella sua carriera, al termine di una stagione che lo ha visto portare sulla vetta delle Majors una squadra che l'anno prima aveva chiuso all'ultimo posto. “E' la degna conclusione di un'annata fantastica“, ha dichiarato McKeon, messo al primo posto da 19 dei 32 giornalisti aventi diritto di voto. Il manager dei Marlins, diventa il primo manager nella storia a vincere il premio dopo essere subentrato a stagione già iniziata. McKeon è anche il terzo manager più anziano di sempre, dopo Connie Mack, che allenò fino alla tenera età di 88 anni, e Casey Stengel, 75. “Ringrazio i Marlins – ha aggiunto – che hanno avuto il coraggio di assumere una 'vecchia capra' come me, che voleva un'ultima possibilità“. Dusty Baker, che in carniere ha già tre trofei di manager dell'anno, è finito al secondo posto.

Per l'American League, il premio è andato invece a Tony Pena dei Kansas City Royals, capace di portare vicino ai playoffs una squadra che l'anno prima aveva perso più di 100 partite, per la prima volta nella sua storia. Pena è stato messo al primo posto da 24 dei votanti, con 130 punti totali. In seconda posizione si è classificato Ron Gardenhire di Minnesota, con 4 primi posti e 44 punti.
Quando mi hanno detto che avevo vinto il premio, mi sono inginocchiato e ho ringraziato Dio – ha dichiarato il dominicano dalla sua casa di Santiago – poi ho pianto con la mia famiglia. Non ci sono parole per descrivere quello che sento“. E Pena è convinto che, dopo i successi di quest'anno, la prossima stagione la pressione sarà molto superiore. “Tutti credono che avremo delle chance di andare molto avanti“, ha aggiunto.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.