Vince Portorico, Panama é fuori

Partita vibrante, vinta dai rappresentanti dell'isola 5-3. Albaladejo (prospetto dei Pirates) il lanciatore vincente

Portorico ha battuto Panama 5-3, gettando un paese intero nello sconforto. I rappresentanti dell'isola si giocheranno ora il loro sogno olimpico quasi di sicuro contro Cuba domenica.

A fare la differenza per Portorico é stata decisamente la difesa, capace di chiudere secondo, terzo e quarto inning con doppi giochi confezionati con sapienza dall'interbase Figueroa e dal seconda base Nieves. Molto del successo del partente portoricano Olivares é dovuto ai veri e propri numeri dei suoi compagni.
Al sesto Portorico é passato in vantaggio. Con Nieves in prima, il prima base Omar Garcia ha colpito duro una dritta del partente di Panama Deago, ottenendo un vero e proprio missile che ha sorvolato la recinzione a sinistra.

Una volta in vantaggio la squadra di Alomar si é peró sorprendentemente disunita. Al cambio campo in pedana é andato il mancino Agosto, che ha passato in base Moreno e qui ha chiuso la partita. Non molto meglio ha iniziato Roman, che ha mandato Moreno in seconda con un lancio pazzo. Dopo l'eliminazione del pinch hitter Pinto, che ha portato Moreno in terza, anche Roman é uscito, lasciando il posto ad Alvarado. Contro il nuovo venuto Obando ha battuto sull'interbase. Figueroa ha tentato un improbabilissimo out a casa, non evitando il punto e consentendo a Obando di arrivare in prima. Sul primo lancio, Ruben Rivera ha mandato la palla in orbita, portando in vantaggio Panama 3-2.

Portorico ha perso una clamorosa occasione al cambio campo. Il rilievo Rafael Medina ha passato in base Figueroa e gli ha consentito di arrivare in seconda con un errore di tiro su pick off. Pagan ha piazzato un bunt valido, spingendo Figueroa in terza. Nieves ha battuto sul lanciatore e Figueroa si é fatto intrappolare, risultando il primo out ma consentendo a Pagan di arrivare in terza e a Nieves di toccare la seconda. Panama ha obbligato il gioco passando in base Rios e Omar Garcia ha battuto in un doppio gioco ammazza inning.
Sembrava finita, ma all'ottavo Portorico ha risolto la gara. Con Bocachica in prima e un out, il terza base Flores ha toccato un doppio. Panama ha cosí deciso di affidarsi a Corpas in pedana e la subitanea eliminazione del ricevitore Ortiz sembrava dare ragione ai padroni di casa. Figueroa peró ha letteralmente bucato Obando, spingendo a casa 2 punti. Lui stesso ha segnato sulla valida di Pagan.

Sul 5-3 Portorico ha inserito in pedana il prospetto dei Pirates Albaladejo, che ha vissuto un solo momento difficile al nono, quando il pinch hitter Dimerson Nunez ha colpito un profondo triplo dietro l'esterno centro. L'altro pinch hitter Degracia é peró finito al piatto e sulla volata in foul di Pinto Portorico ha potuto iniziare a festeggiare.

“Quando ho visto che la palla di Rivera usciva” ha detto Figueroa ai giornalisti “Mi é cascato il mondo addesso. Ero ben conscio che, se avessi fatto la giocata giusta, al massimo avrebbero pareggiato. Ma questo mi ha anche motivato per i successivi turni alla battuta”.
Sandy Alomar ha spiegato i ripetuti cambi di lanciatori: “Era studiato. Agosto doveva lanciare contro i mancini, Roman chiudere il sesto, Alvarado lanciare il settimo e Albaladejo entrare per chiudere. Albaladejo in campo al sesto? Ci ho pensato, ma come ho detto sono giunto ad un'altra conclusione”.
Alomar ha annunciato che Matos sará il partente della semifinale domenica.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.