Gli Stati Uniti ci sono

Difesa imperforabile e un attacco che non perdona, per Nicaragua non c'é scampo: 7-0

Gli Stati Uniti debuttano con un convincente 7-0 nei confronti di Nicaragua nel torneo di qualificazione alle Olimpiadi di Atene. La squadra americana ha fatto una grossa impressione per quel che riguarda il gioco difensivo, mettendo in mostra una linea di esterni pressoché imperforabile al centro con Sizemore e un diamante sicuro nell’interbase Rouse e nel terza base Leone.
Con questi presupposti, la vita per il lanciatore mancino Jason Stanford é diventata piú facile e il partente americano é riuscito a limitare l’attacco di Nicaragua a 3 valide in 7 riprese.
“Con una difesa del genere e i punti che abbiamo segnato subito mi sono sentito molto tranquillo. Sono riuscito a far battere i miei lanci e non ho avuto problemi”.

Gli americani hanno segnato in avvio, mettendo pressione sulla difesa avversaria e costringendola a 2 errori. Il resto lo hanno fatto con la potenza il prima base Koonce (fuoricampo da 2 punti al terzo) e Leone (solo homer di potenza impressionante al secondo e al quinto).
“Ho colpito 2 palle dritte, il mio lancio preferito” ha detto il prospetto dei Mariners “Se sono italiano? Una parte della mia discendenza lo é, perché mi pare che Leone sia un cognome italiano. Ma la mia origine é dei Nativi Americani”.

Il lanciatore di Nicaragua Rostran ha cercato di lavorare ai margini della zona, concedendo per la veritá qualche ball di troppo.

Al nono sul rilievo Salgado i doppi di Koonce e del catcher Mauer (il giocatore di Minor dell’anno, secondo il nostro sito partner baseballamerica.com) hanno definitivamente allargato il punteggio al 7-0.

Prima della gara l’Addetto Stampa del Team USA Dave Fanucchi ha chiarito la posizione di Horacio Ramirez: “Il ragazzo é tornato in America per curare un’infezione intestinale e si aggregherá alla squadra questa sera. La sua posizione é regolare e giocherá nel torneo”.
Portorico aveva messo in dubbio che Ramirez avesse i requisiti per far parte della rosa americana, vista la sua lunga militanza in Major quest’anno.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.