Girone A: In testa, situazione invariata

Trieste pareggia nel big match contro il Riccione, e anche i Redskins Imola vengono fermati sull'1-1 dal Poviglio


Niente di fatto nella parte alta della classifica del girone A di serie A2. Le prime tre squadre della graduatoria, Acegas Trieste, Oce Imola e Libertas Riccione, sono state tutte e tre costrette al pareggio. Non è riuscita ad approfittarne il Piccionetti Rosemar, sconfitto in entrambe le gare giocate contro il Park Service Junior Parma.
L’attesa sfida tra Riccione e Trieste, match clou della giornata, è finita 1-1 dopo due partite tiratissime. In gara uno, l’Acegas partiva forte con tre punti al primo, e si manteneva sempre avanti di misura fino alla fine. Inutile la gara completa del partente riccionese Daniele Del Bianco, ottima per l'Alpina quella di De Biase (un doppio e due punti battuti a casa). Nel pomeriggio il copione iniziale non cambiava, con gli ospiti in vantaggio prima 1-0 e poi 3-1, ma stavolta la Libertas impattava al settimo con le valide di Pari e Gambella. La gara si decideva poi al nono: base ball a Pari, bunt di Conti, lancio pazzo e doppia base-ball intenzionale, prima della valida interna vincente di Francolini. Decisivo anche il rilievo di Achilli.
I Redskins hanno diviso la posta con la Soncini Poviglio. Gli emiliani sono stati primi ad affrontare la Soncini con i due nuovi lanciatori oriundi, e hanno anche perso prima Alvisi per una frattura alla mano, poi De Marco per un trauma facciale. Gara 1 ha visto prevalere sul monte Maccaferri sull'oriundo Comoli; imolesi subito in vantaggio per 2-1 al primo inning con un triplo di Morselli, poi alla terza ripresa punteggio sul 3-1 con una battuta interna ancora di Morselli. Nel quarto e nel quinto inning il vantaggio incrementava, poi l'ottima partita di Maccaferri si concludeva alla fine del settimo inning; subentrava Trombini, che concludeva senza problemi grazie anche ad un fuoricampo di De Marco. In gara due, con Torri sul monte, gli ospiti si sono portati sullo 0-3 già nel secondo inning. La reazione dei pellerossa non si faceva attendere e alla fine della quarta ripresa gli imolesi raggiungevano il pareggio sul 3-3. Il Poviglio si riportava in vantaggio nel quinto, era di nuovo raggiunto nel sesto, ma nel settimo, con il giovane Claudio Bassi al posto di Torri, alcuni errori della difesa emiliana hanno portato il punteggio sul 7-5, e l'Oce non è più riuscita a recuperare.
Il Park Service Junior Parma ha ottenuto una importante doppietta sul Piccionetti Rosemar. Nella prima partita, i lanciatori Bassi e Ceresini hanno concesso solo un punto agli avversari, segnato nell'ottavo inning, con il risultato ormai fuori discussione. Ottimo in battuta soprattutto De Simoni, con due punti portati a casa. Ci sono poi volute quattro ore e mezza, per i parmensi, per avere la meglio in una combattutissima gara due. Lo Junior apriva con tre punti, ma veniva raggiunto nel secondo inning; il singolo da due punti di Coppola, e poi il punto da lui segnato, riportavano avanti il Park Service, che veniva però ancora raggiunto nel nono, con la rimbalzante di Galli; con un corridore in terza, il rilievo Ceresini eliminava al piatto Alessandro Fiorentini e la gara andava agli extra inning. Nulla di fatto al decimo, poi all'undicesimo, con Simone Fiorentini sul monte, Bianchi segnava e veniva imitato da Coppola sulla volata di Cavazzini, entrato per Ugolotti. La Piccionetti non riusciva più a riprendersi, e la gara si chiudeva dopo 11 riprese.
Ennesima occasione persa dalla Girardi Verona, bloccata sull'1-1 dall'Omav Viterbo. Dominio dei lanciatori in gara uno, con Andrea Sartori in campo per tutta la durata della partita. I padroni di casa sono andati in vantaggio alla seconda ripresa, poi non è successo più nulla fino al settimo, con Ricci sul monte per l’Omav autore anche di 11 k. Al settimo inning Viterbo infilava il pareggio, ma l’1-1 durava poco. Al nono infatti l’Omav infilava solo un punto, mentre al successivo turno di battuta Verona ne metteva a segno due e chiudeva la gara. Senza storia la seconda partita; nessun punto per sei inning, poi Monachini infilava il primo punto al settimo, e all’ottavo c’era la svolta della partita con Bresaola al posto di Valenti sul monte veneto. Burla, Zuccaro, Morini e Monachini infilavano una serie di valide che portavano tre punti, per la vittoria finale. Sul monte, Miucci eguagliava Ricci, con altri 11 k.
Pareggio anche tra De Angelis Godo e Lanfranchi Collecchio. In gara uno il Colleccho, sotto 4-0, rimontava pareggiando il conto con quattro punti al terzo, poi riusciva ad infilare la stoccata decisiva al nono, con il punto vincente portato a casa da Marcus Romanini. Decisiva la prova in rilievo di Baratta, un solo punto concesso in quattro riprese, e pesanti i tre errori della difesa romagnola. Il Godo si è imposto poi al termine di una gara due molto equilibrata. La De Angelis schierava Pietrini come lanciatore partente, con discreti esiti, anche se il primo vantaggio era del Collecchio che si portava avanti per 2-1 e poi riusciva a restare in testa fino al 6-5. Poi iniziava però a calare il lanciatore di casa, e al sesto arrivava il pareggio. I due punti del sorpasso portavano la firma del manager Zoli, che sfruttava con un triplo le valide di Candela e Rumenos all’ottavo.
Infine, due vittorie per il Pellaccini Sala Baganza sulla Finproject Montegranaro. Nella prima partita, fino al quarto inning il risultato è rimasto bloccato sullo 0 a 0, poi al quinto il doppio di Fontana portava a casa Filippo Comelli per il primo punto. Da quel momento in poi i salesi riuscivano a prendere in largo, con i punti segnati ancora da Zibana e Filippo Comelli, spinti a casa dalla valida di Ghirardi. Il quarto ed ultimo punto, infine, arrivava con Federico Comelli, su errore di tiro della difesa. Determinante la prova del lanciatore Silvestri, in campo per tutte e nove le riprese. Un Pellacini molto deciso ha fatto sua senza troppe difficoltà anche la seconda partita. I salesi sono passati in vantaggio al secondo inning, poi hanno incrementato il vantaggio sino al 5 a 1 finale. Buona la prestazione sul monte di lancio di Fornasari, mentre in attacco si è trattato di un’ottima prova corale del lineup salese.

I risultati:

Lanfranchi Collecchio – De Angelis Godo 6-5 7-8
Piccionetti Rosemar – Park Service Junior Parma 1-5 7 – 9 (11 inn)
Libertas Riccione – ACEGAS Trieste 4 – 5 4 – 3
Girardi Verona – OMAV Viterbo 3 – 2 0 – 4
OCE Imola – S3 Soncini Poviglio 7 – 4 6 – 11
Pellaccini Sala – Finproject Montegranaro 4 – 1 5 – 1

La classifica:

Acegas Trieste 14-4 (.778), Oce Imola 13-4 (.765), Libertas Riccione 13-4 (.765), Pellaccini Sala Baganza 11-6 (.647), Omav Viterbo 10-8 (.556), Piccionetti Roselle Maremma 10-8 (.556), De Angelis Godo 8-9 (.471), Finproject Montegranaro 7-11 (.389), Lanfranchi Collecchio 7-11 (.389), Junior Parma 6-12 (.333), Girardi Verona 4-14 (.222), S3 Soncini Poviglio 3-15 (.167)

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.