Telemarket bum-bum: Gardenia ko (9-2)

Nilsson e Chiarini trascinano i Pirati nel box. Due homer per l'australiano, uno per il golden-boy riminese. Niente da fare per i maremmani contro un'ottimo Sandy Patrone.

La Telemarket si riprende con gli interessi dalla sconfitta nella pomeridiana e travolge la Gardenia Grosseto (9-2) a suon di fuoricampo, accorciando le distanze in chiave play-off. Un homer per Chiarini (che fa il paio con quello battuto in garauno) e due per Nilsson, dopo quello battuto dal grossetano Martinez in apertura di partita, hanno animato una gara che sembrava tutta in salita per i Pirati e che si è invece trasformata in una marcia trionfale, grazie anche alla splendida prestazione sul monte di Sandy Patrone. Da lodare comunque il comportamento di Ginanneschi, il primo lanciatore che finora si è sempre giocato Nilsson a viso aperto in ogni turno di battuta.
La partita non potrebbe cominciare in modo migliore per la Gardenia: primo lancio di Patrone e lungo fuoricampo di Martinez vicino al foul di destra (0-1). Fuoco di paglia perché da questo momento in avanti comincia la miglior partita stagionale del pitcher oriundo dei Pirati (rl 7 bvc 3 bb 1 so 3 pgl 1) che controlla a proprio piacimento il line-up maremmano, anche perché nel frattempo il box nerorancione esplode sui lanci di Ginanneschi. Dopo un primo inning perfetto, infatti, il partente della Gardenia decide di giocarsi Nilsson ma il coraggio non è ripagato perché ‘Dingo” deposita la pallina oltre la recinzione al centro (1-1). Non è finita perché Chiarini e Ceccaroli battono valido e la volata di Evangelisti firma il sorpasso (2-1). Al 4° Nilsson per poco non concede il bis (gran presa di Martinez con le spalle al muro) ma ci pensa Chiarini a sparare un fuoricampo al centro che porta a casa anche Balgera, in base su errore di Sgnaolin (4-1). L’inning che chiude la partita è il 5°: base a Gambuti, rimbalzante di Crociati che spinge il catcher in seconda, singolo corto di Taddonio, volata improduttiva di Pantaleoni, singolo al centro di Balgera (5-1) e secondo homer della serata di Nilsson (il quinto il sei partite per ‘Dingo”) che porta i Pirati sull’8-1. La partita non ha più storia, con i rilievi che si alternano sul monte (Bazzarini e Bartolucci per la Telemarket, Luciani e Badii per la Gardenia) e il risultato che si fissa sul 9-2 finale.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.