Boston vince anche senza Pedro

I Red Sox battono e agguantano gli Yankees, traditi da Contreras. Giornata di scontri diretti in entrambe le leghe

Era iniziata malissimo la giornata dei Red Sox, che avevano appreso di dover affrontare gli Yankees senza la loro star Pedro Martinez sul monte. In effetti gli Yankees sono partiti forte, grazie ad un fuoricampo di Soriano. Boston ha risposto contro Weaver, costretto ad uscire dopo un homer di Varitek. E i Red Sox hanno completato l'opera demolendo Contreras con 5 punti e vincendo 10-7.
Il successo vale l'aggancio in vetta all'AMERICAN LEAGUE 'est'.

Nelle divisioni 'centro' e 'ovest' c'era un curioso incrocio tra prime della classe.
Gli A'S hanno battuto i Twins 4-1 contando su un grande Tim Hudson in pedana.
i Royals hanno invece ceduto ai Mariners 7-4.
Ne consegue che al 'centro' Minnesota conserva mezza gara di margine su Kansas City, mentre a 'ovest' Seattle resta a +2 su Oakland.

In NATIONAL LEAGUE gli Expos hanno approfittato della sconfitta per 9-8 dei Braves a Cincinnati contro i Reds per portarsi a -3 nella divisione 'est'. Montreal ha infatti battuto 6-4 i Marlins (alla quarta sconfitta consecutiva) grazie ad un homer di Schneider.
I Reds hanno vinto di potenza (fuoricampo di Griffey e La Rue) contro Madduz una gara davvero emozionante, nella quale Atlanta ha raggiunto il pareggio 2 volte prima di crollare.

Nella complicatissima divisione 'centro', bloccati dalla pioggia i Cubs, era in programma lo scntro diretto tra Houston e St.Louis. Trascinati da Wade Miller(ottimo sia in pedana che in battuta, visto che ha ottenuto 2 punti battuti a casa), gli Astros si sono imposti ai Cardinals 3-2.
La classifica vede i Cubs al comando, gli Astros a -1.5, Reds e Cardinals a -2.5.

A 'ovest' i Giants hanno battuto 6-5 i Diamondbacks col dodicesimo homer stagionale di Bonds e frenando una rimonta che all'ottavo aveva portato Arizona a segnare 5 punti.
A 3 gare di distanza la prima inseguitrice è rappresentata da Los Angeles. I Dodgers hanno battuto 3-1 i Rockies confidando su un grande Kevin Brown per 8 riprese e ottenendo 3 strike out dal 'closer' canadese Gagne. A Colorado non è bastata un'ottima prova di Oliver sul monte.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.