Si scaldano le star

Glavine e Pedro Martinez pronti per l'Opening Day. Yankees e Dodgers fanno collezione di homer

Dal punto di vista delle squadre di baseball la primavera sta finendo. Si sta infatti avvicinando l'Opening Day, che per tutti è una data importante e per qualcuno storica.
Ad esempio, per Tom Glavine. Residente a New York, quest'anno disputerà la sua prima stagione con i Mets e avrà l'occasione di lanciare la prima gara della stagione allo “Shea Stadium”: Sono a posto ha detto Glavine dopo aver lasciato a zero i Cardinals nell'ultimo impegno della 'Grapefuit League' Ma so già che avvicinandomi alla partita mi sentirò molto emozionato.
A proposito di grandi lanciatori, Pedro Martinez ha fatto sapere ai Red Sox che dovranno informarlo su cosa intendono fare del suo futuro prima dell'inizio della stagione: Durante il campionato di soldi non parlo ha tuonato la super star.
Boston ha una opzione valida per la stagione 2004 e che costerebbe al club 17.5 milioni di dollari.

Su tutti i campi le partite di pre season sono agli sgoccioli.
Le squadre stanno utilizzando in questi giorni i partenti dell'Opening Day, ma non tutti questi lanciatori hanno fortuna. CC Sabathia, ad esempio, è durato solo 2 riprese e 2 terzi, ma non per colpa dei battitori degli Expos. A far scendere il gigante degli Indians dal monte è stato un black out.

Segnaliamo infine la grande giornata dei battitori di 2 delle squadre più popolari.
I Dodgers hanno dominato i Braves 14-4 con i fuoricampo di Mc Griff (4 punti) e di lo Duca (3 punti).
Gli Yankees di homer ne hanno battuti addirittura 5 (Mondesi, Trammell, Giambi, Nick Johnson e Posada) con un totale di 17 valide e hanno demolito per 15-3 i Devil Rays.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.