Zito: “pronto a ripetermi”

Il mancino degli Athletics si dichiara pronto per un'altra stagione ai vertici

Lo scorso anno, Barry Zito ha vinto il suo primo Cy Young Award a soli 24 anni. Tuttavia, né il riconoscimento, né l’aumento delle attenzioni dei media nei confronti dell’eccentrico lanciatore (comprese diverse apparizioni in alcuni tra i più importanti show televisivi americani) sembrano aver modificato la sua routine. All’inizio sono stato ‘assalito” dai giornalisti, ma i primi due mesi ho voluto il più possibile stare lontano da loro, perché volevo lavorare molto per migliorare – ha detto Zito – Non volevo sedermi sugli allori e pensare che, solo perché ho vinto una volta il Cy Young, la prossima stagione sarebbe stata facile. Penso di non aver mai lavorato duramente quanto in questa off-season.

In casa Phillies, non ci ha messo molto il manager Larry Bowa a svelare chi sarà il suo partente per l’opening day. E’ una scelta facile, sarà Kevin Milwood– ha detto Bowa prima dell’inizio del terzo giorno di allenamenti della squadra di Philadelphia.
Buone notizie in casa dei Dodgers. L’esterno Brian Jordan sostiene che il suo ginocchio è finalmente al 100{8c41107f3fabdf2bf36e3f6ad18663538ab5fb69af5705122daafe8cdfe71b4f}, e inoltre, durante la off-season il giocatore ha perso 10 chili. Stavo scherzando con il coach della corsa sulle basi Maury Wills e con il leadoff Dave Roberts. Dicevo loro: quest’anno sarò dei vostri. Jordan ha rubato solo due basi lo scorso anno.

Finalmente, i Red Sox possono registrare una vittoria ‘morale” sugli odiati rivali in pinstripes. Dopo essersi lasciata sfuggire Josè Contreras durante l’inverno, Boston ha messo ieri sotto contratto un altro lanciatore esule cubano, il 18enne Gary Galvez, ex stella delle nazionali giovanili caraibiche.
Sempre ieri è arrivato al camp dei Red Sox Kevin Millar, finalmente in grado di firmare per Boston dopo essere stato lasciato libero dai Chunichi Dragons della lega giapponese.
Al camp degli Angels è arrivato invece Francisco Rodriguez. Il rilievo dominicano è giunto negli USA con due giorni di ritardo, dopo aver trascorso la off-season nella tumultuosa Caracas. La mia famiglia è stata rapinata 3 volte in una settimana, sempre da uomini armati con pistole, ha detto KRod.
Sempre dalla Repubblica Dominicana è arrivato al camp dei Rockies il rilievo Josè Jimenez, mentre Colorado non ha finora avuto notizie di un altro rilievo, il venezuelano Rich Garces

Il pitching coach dei Rockies Bob Apodaca considera l’acquisizione del catcher Charles Johnson importante non solo per il rendimento dell’ex Marlin dietro al piatto. E’ un ricevitore veterano, che sa come ottenere il massimo rendimento da ogni lanciatore ogni volta che scende in campo. Non si discute il suo potenziale offensivo, ma quello che più mi intriga è il suo valore difensivo, ha detto ieri Apodaca.

Il lanciatore degli Indians Cliff Lee rimarrà fuori almeno un mese a causa di uno stiramento addominale.
Il pitcher degli Orioles Steve Bechler, invece, è stato trasportato in ospedale dopo aver accusato un malore nel corso degli allenamenti di ieri.

Infine, la Associated Press ha reso note alcune cifre relative al libro-paga delle squadre. Lo scorso anno, gli Yankees hanno stabilito il record di sempre pagando ai giocatori un totale di 138 milioni di dollari, e quest’anno, secondo alcune stime, il libro-paga dei newyorchesi dovrebbe aggirarsi sui 150 milioni.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.