La Serie del Caribe alla bella

La Repubblica Dominicana vince l'ultima gara (6-0) e costringe Portorico allo spareggio

La “Serie del Caribe” si risolverà in una sfida secca.
Ieri notte infatti le dominicane Aguilas hanno battuto 6-0 gli Indios portoricani, appaiandoli in classifica e rendendo necessaria la “bella”.

Grande protagonista per i dominicani è stato il 'partente' dei Reds di Cincinnati Juan Acevedo, che con 12 strike out in 7 riprese ha messo il bavaglio all'ordine di battuta portoricano.

In attacco i dominicani hanno preso letteralmente a mazzate il partente avversario Dicky Gonzalez, che ha concesso 2 singoli e poi un doppio a David Ortiz, dando ad Acevedo un immediato vantaggio di 2-0 dalla prima ripresa.
Acevedo è stato imbattibile per tutta la gara e alla fine contro di lui Portorico otterrà solo 2 valide. La mia palla veloce viaggiava davvero ha detto il lanciatore dei Reds.
D'all'altra parte l'attacco della Dominicana ha preso il largo nel finale.

La bella si giocherà sabato alla mezzanotte italiana. Probabilmente la Dominicana concederà ad Odalis Perez la possibilità di prendersi una rivincita contro Portorico e Calero, che lo hanno sonoramente battuto il 4 febbraio.

Mentre gli organizzatori stanno studiando per il prossimo inverno la possibilità di inserire sfide inter lega trai paesi caraibici, la serie in Portorico è stata fin troppo un successo.
Ieri notte la polizia è stata costretta a disperdere una folla inferocita che, in possesso di biglietto, non poteva accedere allo stadio. Motivo: i Vigili del Fuoco hanno ridotto la capienza dell'impianto per motivi di sicurezza.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.