Faraone: “Avevamo la testa da un'altra parte”

Serena ma critica la disamina del manager azzurro dopo la sconfitta con il Messico

Appare corrucciato il manager azzurro Giampiero Faraone: Oggi non è andata bene. Quando si entra in campo pensando ad altro succede….
Altro? Ma sì, la testa di qualcuno è già all'Avana. L'ho detto ai ragazzi.
Il Messico ha ben giocato: D'accordo, ma è una squadra che ci è nettamente inferiore. Il baseball è questo, se non rispetti l'avversario, tutti ti possono battere.
Insomma, c'è delusione…Certo. Mi dispiace, stavamo facendo un grande torneo e non volevo certo chiudere con questa sconfitta. D'altra parte noi italiani abbiamo questo difetto congenito, contro un avversario che riteniamo inferiore non diamo il meglio. Su questo dovremo lavorare molto.

Il cambio tra Lucena e Vigna era programmato? Sì, avevamo deciso che Lucena non sarebbe andato oltre le 5 riprese. Purtroppo Vigna non è nel suo miglior momento e forse va anche capito. E' stanco fisicamente e mentalmente.
Nella seconda fase andrete avanti con la rotazione proposta fin qui? In linea di massima sì; dovrebbero partire Masin, Tomassi e De Santis. Ma non ve lo do per certo perchè della rotazione parleremo con Cortina domani.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.