Te lo do io il Brasile

Chi spera in un debutto morbido si dovrà ricredere. Il Brasile sarà imbottito di professionisti che giocano in Giappone

Da oggi presentiamo una per una le avversarie dell'Italia alla prossima 'Coppa Intercontinentale', che si disputa a Cuba dall'8 al 20 novembre

Chi si era messo in testa che l'inizio della “Coppa Intercontinentale” sarebbe stato morbido, dovrà rapidamente cambiare idea.
Certo, il Brasile (che l'Italia affronta al debutto alle 9.30 cubane di sabato 9 novembre, le 15.30 da noi) non è forte come sarebbero stati gli Stati Uniti (dei quali ha preso il posto dopo la rinuncia), ma non è una squadra materasso.
Intanto, alla “Serie de Las Americas” ha perso solo 2-0 contro gli americani. In quell'occasione l'attacco brasiliano venne dominato da Tim Kester (lo scorso anno a Rimini), ma i suoi 'indy leaguers' non se la cavarono troppo bene contro il mancino Fernando Oda.

A Cuba Oda non sarà il numero uno della rotazione. A dar man forte ai suoi arriverà direttamente dal Farm System dei Daiei Hawks di Fukuoka Gomes Anderson, lanciatore che ha chiuso la stagione delle Minors nipponiche con un record di 5-1.

La 'nippo connection' è insomma evidente. E porterà in casacca 'verde oro' altri professionisti di livello assoluto come Daniel Matsumoto (309 nelle Minor nipponiche) e Leonardo Sato (che ha chiuso a 273.
Altri 'brasiliani dagli occhi a mandorla' sono l'esterno centro Ricardo Tsumamoto, il seconda base Ronaldo (un nome, una garanzia…) Ono, il prima base Elson Nishimura, il terza base dei Nippon Blu Jays Campioni Nazionali Anderson Muramatsu e il lanciatore Toni Nakashima.

Pur con un campionato nazionale che si risolve in 2 fine settimana, il Brasile ha comunque un'attività di baseball e softball di tutto rispetto, soprattutto giovanile. Da anni presente al Mondiale Juniores (all'ultima edizione ha battuto l'Italia), la Federazione diretta da Jorge Otsuka è alla seconda partecipazione all'Intercontinentale.
Al debutto nel 1995, sempre a Cuba, la “seleçao” vinse 5-4 contro Taiwan e 14-4 contro la Spagna.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.