I Giants alle World Series

Hanno battuto i Cardinals (2-1) in gara 5 e si sono aggiudicati la serie per 4-1

Con un singolo di Kenny Lofton al nono, che ha spinto a casa David Bell, i Giants hanno sconfitto questa notte i Cardinals e si sono aggiudicati il “pennant” della NATIONAL LEAGUE.
Da sabato sfideranno nelle “World Series” gli Anaheim Angels, in una serie mondiale che per la prima volta vede in campo le 2 squadre che si sono qualificate alla post season grazie alla 'wild card'.

La gara 5 della serie è stata ancora una volta molto equilibrata.
Per 6 riprese è stato dominio dei lanciatori partenti Rueter per San Francisco e Morris per St.Louis. Comunque, i Cardinals hanno ancora una volta perso diversi corridori in posizione punto. E' stato il problema della serie per i Redbirds, che sono andati 3 su 39 con corridori in seconda o terza.
Al settimo i Giants hanno rilevato il loro partente con Rodriguez e il nuovo venuto ha subìto un punto.
Matheny ha battuto un doppio ed è arrivato in terza sul bunt di Morris. La volata di Vina lo ha portato a casa.
All'ottavo San Francisco ha pareggiato.
Lofton ed Aurilia battono valido e Kent è colpito. La volata di Bonds pareggia la partita.
Al nono, con 2 out, David Bell batte valido, subito imitato dal veterano Shawon Dunston. La Russa chiama dal bull penn Steve Kline per rimpiazzare un comunque immenso Morris.
Il nuovo venuto però non riesce a chiudere. Lofton lo colpisce con un singolo e Bell vola a casa, segnando il punto della vittoria con una scivolata in tuffo.

E' dura perdere così ha commentato Morris.
Inutile negarlo ha fatto eco il suo catcher Matheny Abbiamo fallito. E' vero, siamo nella post season e abbiamo superato il primo turno, ma i nostri obbiettivi erano altri.

Non posso descrivere cosa provavo mentre stavo arrivando a casa ha detto David Bell Speravo solo di toccare il piatto.
Kenny Lofton è al suo primo anno nella Baia: Mi hanno preso perchè sono un buon lead off. Chissà, forse era destino che fossi decisivo per loro.
Benito Santiago è stato nominato MVP delle finali di 'National League': E' un sogno che diventa realtà ed è per queste gioie che uno gioca.
Infine, Shawon Dunston: Non abbiamo gli stipendi degli Yankees, ma di certo abbiamo la loro grinta e voglia di vincere.

CARDINALS 0 0 0 0 0 0 1 0 0 = 1
GIANTS 0 0 0 0 0 0 0 1 1 = 2
note: battute valide Giants 7, Cardinals 9; errori Giants 0, Cardinals 0
Lanciatore vincente Worrell, lanciatore perdente Morris

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.