Il Neptunus ancora campione

Quarto titolo consecutivo per Rotterdam, che ha liquidato l'Hcaw anche in gara 3 (4-3). Benner MVP della serie

Battendo 4-3 nella terza gara delle “Holalnd Series” l'HCAW Mr Cocker il Neptunus Rotterdam si è laureato Campione d'Olanda per il quarto anno consecutivo. Il titolo è l'ottavo della storia della società.

Il “Familie Stadion” è pieno di tifosi, sponsor e giornalisti, tutti in attesa della terza vittoria per il Neptunus nelle Holland Series. Il Mr Cocker HCAW da Bussum sembra paralizzato davanti allo squadrone locale. Il tempo sereno del pommeriggio fa sognare in tribuna, ma la mentalita combattiva dei giocatori dell’HCAW sveglia tutti nella quarta e nella quinta ripresa.

Il lanciatore partente Eelco Jansen del Neptunus lancia tre riprese perfette con tre strike-out nella terza. Quando il suo attacco segna due punti nella parte bassa della terza ripresa (grazie ai singoli di Benner, Isenia e Martinus e una battuta di Koolen), il titolo sembra molto vicino: 2-0 per il Neptunus.

La parte alta del line up dell’HCAW si fa sentire nella quarta ripresa: singoli consequtivi di Jaarsma, Koehorst, Milliard, Mendes (segna Jaarsma), continua Henson (segna Koehorst).
Un eccesso di azzardo di Milliard e Mendes sulle basi dopo il singolo di Henson produce due eliminati evitabili: Milliard a casa base e Mendes in terza base. Morale: un punto segnato e due persi; a metà gara il risultato è in pareggio: 2-2.

Gli ospiti hanno trovato una breccia nella difesa di Eelco Jansen e continuano nella quinta ripresa: base per ball a Koenen chi avanza sul bunt di sacrificio di Fridsma. Quando Jansen concede un’altra base per balls Jaarsma, per il Neptunus è il momento di andare al bull pen; entra Eric de Rijcke (tornato in forma dopo tre mesi difficili).
De Rijcke parte male: una base a Koehorst carica tutti i cuscini.
Sul singolo di Milliard segna Koenen 2-3 ma la fine della ripresa è causata da Jaarsma, che non vede il semaforo rosso del suo coach in terza base e trova Benner, che lo aspetta a casa base: ancora un eliminato evitabile per l’HCAW.

Il rilievo del Neptunus De Rijcke cresce gradualmente durante le sue quattro riprese e non concede più valide. L' attacco del Bussum non produce quasi più nulla e arriva in base solo su un errore e due base per ball, senza danno per i padroni di casa. Al contrario nella sesta la parte bassa dell'attacco del Neptunus segna il pareggio grazie a due singoli di Veugelers e Sluyter e una volata di sacrificio di Comenencia (3-3).

La parte bassa dell'attacco del Neptunus dà il colpo del k.o. all’HCAW. Veugelers segna il suo secondo punto della gara, che sancisce il successo per 4-3 del Neptunus.

Nella ceremonia protocollare il dirigente federale, risponsabile per il baseball, Berry Eijgendaal premia il Neptunus ma non dimentica ovviamente di felicitarsi con l’HCAW per il suo secondo posto, ottenuto malgrado la panchina corta, soprattutto nello staff dei lanciatori partenti. Nell’ultima gara tutti i lanciatori disponibili sono stati schierati dall'Hcaw: Keetelaar, Van Kampen, Van Vuure, Deken e Cranston. Hanno fatto soffrire il Neptunus sul suo campo per buona parte della gara, ma questo non è bastato per vincere.
Da domani il Mr Cocker HCAW aspetta il ritorno nel campionato 2003 di De Lange e Lobbezoo.

Il lanciatore vincente di gara 3 delle “Holland Series è stato Eric de Rijcke: 6 so, 3 bb e 1 bvc in 4.1 riprese. Mikael Benner è stato nominato MVP delle finali.

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.