Oakland non si ferma

Gli A'S sono a 18 vittorie consecutive. Anche i Dodgers in condizione strepitosa

Continua l'impressionante serie degli A'S, che grazie a 2 fuoricampo di Tejada (nella foto il secondo, da 3 punti, ha chiuso la gara al nono) si sono imposti 7-5 ai Twins nel 'big match' della domenica e ora guidano la classifica della AMERICAN LEAGUE Ovest con 3.5 gare di vantaggio sugli Angels e 6 sui Mariners, in evidente calo di forma.
Seattle riceve la visita questa notte dei Twins, da parte loro tranquilli con 13 gare di vantagigo nella divisione Centro sui White Sox.
A Est dominano sempre gli Yankees, che hanno un rassicurante vantaggio di 7.5 gare sui Red Sox. Boston rende comunque visita ai 'Bronx Bombers', ma il suo vero obbiettivo è ridurre il ritardo di 4 gare dagli Angels nella corsa alla 'wild card'.

In NATIONAL LEAGUE l'impresa di giornata è dei Dodgers, che hanno piegato gli Astros 2-1 grazie ad una strepitosa prova di Nomo, che ha concesso solo un fuoricampo al terza base Blum, e ad un'ottima chiusura di Gagne. Per Los Angeles ha risolto la gara Itzuris, interbase reduce da uno sconfortante 0 su 8, che con un doppio ha spinto a casa i 2 punti della vittoria.
I Dodgers sono secondi nella divisione Ovest a 6 gare dai Diamondbacks ma con 2 di vantaggio sui Giants.
San Francisco ha proprio ceduto ad Arizona 7-6 una gara drammatica, nella quale sono stati complessivamente impiegati 13 lanciatori.
Ha vinto Kim, contro un Nen ancora una volta deludente, che ha concesso 3 valide tra le quali il doppio decisivo di Dellucci. Womack, per la prima volta nella carriera, ha ottenuto 2 homer nella stessa partita.
Questa notte Arizona riceve la visita dei Dodgers.
Nella divisione Centro i Cardinals hanno un vantaggio di 4 gare su Houston e affrontano la ex rivale di stagione dei Reds questa notte.
Arrivare secondi in questa divisione serve a poco, visto che la marcia dei Dodgers (ben 79 vittorie) ha un altro passo.
Del tutto rilassata è infine la situazione nella divisione Est, con i Braves che hanno distanziato i Phillies di 17 gare.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.