La richiesta: baseball e softball fuori dalle Olimpiadi

L'apposta Commissione del CIO, presieduta dall'italiano Franco Carraro, ha prodotto un documento di 18 pagine

E' ufficiale. La “Commissione per il programma Olimpico”, presieduta dall'italiano Franco Carraro, ha indicato il baseball e il softball come 2 dei 3 sport (l'altro è il pentathlon moderno) da eliminare dal programma olimpico a partire da Pechino 2008.
Contestualmente la commissione ha detto no all'introduzione di rotelle, polo, surf, bridge, scacchi, volo, bigliardo, ballo, bowling, raquetball, sci d'acqua, squash e subacquea.

Carraro ha prodotto un rapporto di 18 pagine nel quale si legge:
Il baseball è molto popolare in certe nazioni, ma i livelli di copertura televisiva e della stampa sono relativamente bassi. In più il baseball ha necessità di stadi specifici, che in molte località non esistono e vanno costruiti, il che comporta costi molto alti per l'organizzazione…Nonostante gli sforzi in questo senso dell'IBAF, sarà molto difficile che i migliori atleti facciano parte delle selezioni nazionali alle Olimpiadi.
Motivazioni simili portano all'esclusione del softball.

La commissione ha invece consigliato l'inclusione del golf e del rugby a 7.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.