Yang Jie : “Contro l'Italia sarà una gran bella partita”.

L'head-coach della Cina, dopo la bella vittoria contro gli Usa, parla della sua sqaudra.

Dopo la bella e sorprendente vittoria della Repubblica Popolare di Cina sugli Usa abbiamo intervistato l’allenatore degli orientali, Yang Jie. Dopo i complimenti doverosi per la buonissima prestazione della sua squadra che è scesa in campo senza nessun timore riverenziale ed anche quando è stata in vantaggio non si è fatta prendere dalla paura di vincere, ecco cosa ci ha detto il giovane allenatore cicnese.
Quali i vostri obbiettivi in questo Mondiale ?
‘La mia è una squadra giovane, è il primo anno che lavoriamo con questo gruppo. L’obbiettivo è l’Olimpiade del 2008, quindi stiamo lavorando in prospettiva”.
Da quanto tempo siete in collegiale per preparare il Mondiale ?
‘Stiamo insieme da circa un mese. Dall’inizio dell’anno, però, abbiamo giocato diverse gare contro il Giappone, Taipei ed abbiamo effettuato una tourneé negli Stati Uniti dove abbiamo affrontato cinque gare contro formazioni universitarie”.
La sua squadra è in crescendo, prima la vittoria con il Canada, ma senza impressionare, poi la sfortunata sconfitta al nono contro la Corea, quindi questa bellissima vittoria contro gli Usa.
‘Si stiamo andando in progressione. Arrivati qui, i ragazzi erano stanchi del lungo viaggio e del cambio di fuso orario. Contro il Canada eravamo al 50{05abf220bd22ba80f7fdb62204fd8737eff99b1a542449ec901121fa0b67e1c4}. Adesso va molto meglio, il giorno di riposo ci è servito a recuperare”.
Quali sono le caratteristiche della sua squadra ?
‘Come avete potuto vedere in questi giorni ho una squadra veloce, che gioca sul contatto e la corsa sulle basi. Manchiamo di potenza, ma cerchiamo di sopperire la stategia di gioco. Ho buoni lanciatori, che non hanno una palla velocissima, ma usano il controllo, variano lanci e mixano bene le velocità”.
Come giudica l’Italia ?
‘Ho visto una squadra molto buona. Un buon team che gioca unito. Si vede che hanno esperienza, stanno molto bene in campo. Qualche loro giocatore ha già esperienza professionistica, mi pare. Hanno battitori molto buoni, a cui noi cercheremo di rendere la vita difficile. Battono bene le palle veloci, vedremo di non regalargli lanci facili. Sarà una bella gara, ne sono sicuro”.
Inchino di rito e buona partita a tutti.

Informazioni su Gianni Vellutini 270 Articoli
Nato a Grosseto il 5.3.1965. Laureato in scienze politiche è funzionario comunale. Appassionato di baseball sin dai tempi del mitico John Self, ha iniziato a giocare nei ragazzi del Bbc nel 1972. Nella società biancorossa ha fatto tutta la trafila delle squadre giovanili sino al titolo di campione d’Italia P.O. nel 1982. Lasciato il baseball giocato è stato tesserato, come tecnico, per le società Acquile Rosse e Airone Baseball. Giornalista pubblicista dal 1989, attualmente, oltre che su Baseball.it, scrive di baseball sul quotidiano La Nazione dopo aver collaborato per diversi anni con la redazione grossetana de Il Tirreno. E'stato addetto stampa del Bbc Grosseto nella stagione 1995 ed addetto stampa della Pallavolo Grosseto dal 1989 al 1997. Ha seguito, come inviato di Baseball.it, lo stage in Sicilia delle nazionali di Faraone e Montanini, quindi il I° Campionato Mondiale Universitario di Baseball, svoltosi a Messina dal 1-11 agosto 2002, dove è stato anche lo speaker ufficiale della manifestazione insieme a Giancarlo Mangini. Nel 2004 ha seguito il Trofeo Civelli per nazionali juniores in Friuli Venezia Giulia.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.