Danesi, vittoria sofferta anche in garadue

8 a 4 con la seconda salvezza stagionale di Vigna. Modena conferma quanto di buono visto nell'opening game

Nella seconda partita della serie tra Modena e Nettuno, che poi vale come la terza visto l'utilizzo dei lanciatori italiani, Bagialemani mette da parte gli esperimenti e fa scendere in campo la formazione migliore a propria disposizione. De Franceschi al centro, Paoletti a sinistra e Castrì in prima, mentre scambia Miller e Schiavetti lasciando allo statunitense il posto di shortstop, nel quale si muove evidentemente con maggiore disinvoltura. L'inizio del Nettuno lasciava presagire una vittoria tranquilla, visto l'home run di Miller e altre tre valide consecutive che avevano portato il parziale immediatamente sul 2 a 0, ma all'attacco successivo gli emiliani pareggiano i conti sfruttando un singolo di D'Agostino, un bel triplo di Rosado ed una volata di sacrificio. Nel corso della seconda ripresa infortunio alla caviglia per Masin, sostituito dal dominicano Lanfranco. Seconda parte del secondo e Danesi di nuovo avanti grazie ad un'altro fuoricampo a sinistra, stavolta di Carlos Patrone; al quinto era una volata di sacrifico di Miller a spingere a casa Paoletti, autore di un bel doppio, per il 4 a 2. Lanfranco, escluso il terzo inning dove ha chiuso senza un graffio una situazione di basi cariche e l'inizio a freddo, sembra reggere bene e consente alla Danesi di allungare ulteriormente al sesto, su valida di D'Auria che spinge Casolari per il 5 a 2. La partita di un positivo Toriaco termina lì, arriva l'ora di Zambelli, ma altre due valide di Patrone e Paoletti valgono il 6 a 2. Alla prima parte del settimo, dopo aver subito i punti del 6 a 4 e concesso qualche base di troppo, uno stanco Lanfranco costringe Bagialemani a schierare il suo closer Juan Carlo Vigna, che il manager nettunese avrebbe volentieri risparmiato per la sera. L'italodominicano compie il suo dovere ed esattamente come la settimana scorsa ottiene la salvezza. Esordio nel finale del giovanissimo figlio d'arte Marco Costantini. Danesi alla seconda vittoria in un match esasperatamente lungo, si sono superate le 3 ore e mezzo di gioco.



GB RICAMBI MODENA 0 1 0 0 0 0 2 0 0 = 4 10 bv 0 e
DANESI NETTUNO 2 1 0 0 1 2 0 2 x = 8 13 bv 0 e

arbitri: Giachi, Ferri, Codispoti

Lanciatori – Gb Modena: Toriaco (Lo) 5,2 rl, 7 bv, 2 k, 4 b; Zambelli 1,1 rl, 3 bv, 1 k, 1 b; Roccabianca 1,0 rl, 2 bv, 2 k, 0 b; Cesario 0,1 rl, 1 bv, 0 k, 0 b.
Danesi Nettuno: Masin 1,1 rl, 2 bv, 1 k, 0 b; Lanfranco (Wo) 5,0 rl, 5 bv, 5 k, 4 b; Vigna (Sa) 2,2 rl, 3 bv, 4 k, 0 b.

Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.