Il Cus Ceci con Ziroli e Nyari

Alla presentazione della squadra annunciati gli arrivi di altri 2 lanciatori

C'era molta euforia al “Centro S. Elisabetta” del Campus universitario di Parma in occasione della presentazione del Cantine Ceci Cus Parma, che disputerà la prossima serie A1.
Prima della presentazione la società ha annunciato che alla rosa sono stati aggiunti altri 2 lanciatori: Mike Ziroli, 24 anni, e Pete Nyari. Entrambi hanno passaporto italiano.
Ziroli lo scorso anno giocava a Richmond, nella 'indipendente' “Frontier League”, e come 'closer' si è fatto decisamente onore, conquistando 16 salvezze per la squadra che ha vinto il titolo.
Nyari, dopo una breve e sfortunata apparizione lo scorso anno, torna in Italia per dimostrare di che pasta è fatto.

Dopo le delusioni dello scorso anno ha detto il presidente Rossano Rinaldi Puntiamo a far bene. Ma dove possiamo arrivare lo dirà il campo.
La società mi ha dato materiale davvero ottimo ha detto il manager Sandro Rizzi Mio compito oggi è cercare di fare gruppo. Vi posso promettere che lavoreremo duro. Viaggiamo al ritmo di 4 allenamenti alla settimana e la scorsa ne abbiamo fatti 5…poi, per riposarci, abbiamo giocato 2 partite.

In rappresentanza dell'Università di Parma era presente Corrado Scaravelli, Pro Rettore: Vi avevo promesso che mi sarei appassionato al vostro sport e temo di non aver mantenuto. Vedremo se questo è l'anno buono.

Sponsor principale sarà ancora una volta la Famiglia Ceci. In rappresentanza dell'azienda Marcello Ceci ha detto: Come tutti gli sponsor ero partito con molto entusiasmo. Non avevo preso in considerazione che sarebbe potuta andare anche male. Ma lo sport è così. Quest'anno spero vada diversamente.
In rappresentanza della Famiglia Tanzi, e del Gruppo HIT, è intervenuto il Direttore marketing di Going dottor Vecchi.

Alla presentazione ha partecipato il Presidente Federale Fraccari, che ha osservato con occhio attento il suo vice Massimo Fochi, presente in qualità di giocatore.
Ho sempre detto che avrei chiuso con un successo la mia carriera ha detto Fochi E forse questo è l'anno buono.

Il Cus Parma debutta venerdì in casa contro i Warriors Paternò.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.