Bonds riparte con due fuoricampo

La stagione di Barry Bonds è iniziata con la stessa musica di quella passata: quella dei fuoricampo. L’esterno dei San Francisco Giants ne ha battuti due nella partita d’esordio dei suoi Giants, rovinando la festa

La stagione di Barry Bonds è iniziata con la stessa musica di quella passata: quella dei fuoricampo. L’esterno dei San Francisco Giants ne ha battuti due nella partita d’esordio dei suoi Giants, rovinando la festa ai fans di Los Angeles che celebravano il quarantesimo anniversario del Dodgers Stadium. Delusione ancor maggiore per il partente avversario Kevin Brown, la cui prima uscita dopo l’operazione al gomito è durata solo quattro innings, il tempo di incassare nove battute valide e sette punti. 9-2 il risultato finale per San Francisco, che ha registrato otto solide riprese sul monte da parte del partente cubano Livan Hernandez.

Altri tre incontri, nella notte, per la NATIONAL LEAGUE. Il tutto esaurito dell’Astros Field non è bastato ai padroni di casa di Houston, sconfitti 9-3 da Milwaukee. Ben tre fuoricampo per i Brewers, messi a segno da Sexson, Jemkins e Ochoa. Il partente degli ospiti, Been Sheets, porta a casa vittoria e record di strikeouts in carriera (8). Perdente per gli Astros Wade Miller.

Torna l’entusiasmo a Montreal, con una vittoria per 7 a 6 sofferta e da ricordare per gli Expos sui Florida Marlins. Successo maturato nel finale, con sei punti messi a segno negli ultimi due innings. Singolo vincente per Orlando Cabrera che porta alla sconfitta il nuovo closer di Florida Braden Looper.

Infine, i campioni del mondo di Arizona hanno liquidato in fretta la pratica con i Padres, sconfitti con un secco 9-0. I D’Backs, che non hanno ancora subito punti, ne avevano messi a segno già 7 nel secondo inning, con tanto di grande slam battuto da Damian Miller. Curt Schilling ha lanciato 7 riprese concedendo 6 valide e, naturalmente, nessun punto.

Quattro le partite disputate anche nell’AMERICAN LEAGUE. Gli Oakland A’s hanno sconfitto 3-2 i Texas Rangers grazie al fuoricampo decisivo della matricola Carlos Pena. Il giovane prima base aveva esordito il giorno prima nella Majors con un deludente 0 su 4 in battuta. Da segnalare l’infortunio di Jeremy Giambi, che ha dovuto lasciare la partita al secondo inning. Perdente per i Rangers il rilievo Dan Miceli.

6 Convincenti innings lanciati dal 38enne Jamie Moyer hanno permesso ai Mariners di superare per 7 a 4 i Chicago White Sox. Prima salvezza per il closer giapponese Sasaki. All’inizio dell’incontro, il pubblico di Seattle ha salutato uno dei giocatori più importanti per la franchigia, l’esterno Jay Buhner, ritiratosi al termine della scorsa stagione.

Gli Angels, hanno superato 7-5 Cleveland grazie soprattutto ad una grande prestazione di Adam Kennedy. Il piccolo interbase ha chiuso con al suo attivo tre valide, altrettanti punti segnati, una base rubata ed alcune ottime giocate difensive.

Al Tropicana Field, infine, prima uscita stagionale per Tampa Bay e Detroit. Vittoria andata ai Devil Rays per 9-5, grazie ad una valida risolutiva battuta all’ottavo inning da Greg Vaughn, che ha dato il là ai padroni di casa in una ripresa da 4 punti segnati. Al rilievo Victor Zambrano sono bastati due avversari eliminati per ottenere la vittoria. Lanciatore sconfitto Juan Acevedo.

Informazioni su Emiliano Raccagni 119 Articoli
26 anni, collaboratore baseball Usa

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.