Selig: “non ci sarà nessuna serrata”

I proprietari intendono però cambiare le regole del contratto collettivo a partire dalla prossima stagione

Il commissioner Bud Selig ha annunciato che i proprietari delle Majors non attueranno la tanto temuta serrata almeno fino al termine delle World Series 2002; i padroni delle squadre si riservano però il diritto di cambiare le regole del contratto collettivo alla fine di questa stagione. L’annuncio del commissioner, fatto con lo scopo di riassicurare i tifosi sul regolare svolgimento della stagione, potrebbe però scaturire l’effetto contrario, e spingere i giocatori a scioperare entro l’estate, per evitare che i proprietari impongano nuove regole; un’eventuale sospensione delle gare dovuta a questioni sindacali sarebbe la nona dal 1972.
Ieri, per la prima volta dopo tre settimane, il catcher dei Marlins Charles Johnson ha ripreso ad allenarsi; il giocatore, che lo scorso 5 marzo ha subito una distorsione al pollice della mano sinistra, non sarà comunque pronto al rientro per l’opening day, e sarà probabilmente messo in lista infortunati.
Il manager dei Red Sox Grady Little ha reso noto ieri che sarà il lanciatore Willie Banks a prendere il posto dell’infortunato John Burkett nella rosa della squadra per l’inizio della stagione. Banks, che sarebbe stato tagliato se Burkett non fosse fermo per una tendinite alla spalla, ha detto: ”Sono così contento che mi tremano le mani. Sono stato mandato nelle minors un paio di volte, e ora mi è stato detto che sono in squadra; è quasi meglio del giorno della laurea, o di vincere un titolo per me. Ho lavorato duro, ed è servito”.
A dieci mesi dalla ricostruzione chirurgica del gomito, il lanciatore dei Pirates Kris Benson ha concesso solo un punto e 3 valide in 2 inning e 2 terzi di una gara di lega minore, ieri. Sia il manager di Pittsburgh Lloyd McClendon che il pitching coach Spin Williams sono rimasti favorevolmente impressionati dal rendimento del giocatore.
I Padres affronteranno i campioni in carica di Arizona, l’opening day, senza Ryan Klesko e Wiki Gonzales; entrambi rimarranno fuori a tempo indeterminato a causa di infortuni. Klesko, che a partire dall’inizio della stagione deve anche scontare una squalifica di 5 giornate, ha un problema al collo, mentre Gonzales soffre di dolori al gomito.

Notizie brevi dalle sedi di spring training:
Gli Astros hanno iniziato la rimozione delle grosse lettere che compongono la scritta ‘Enron Field”, all’esterno destro del loro stadio di casa, ribattezzato ‘Astros Field”.
Per la prima volta dal giorno del suo infortunio al polso, il seconda base dei Giants Jeff Kent ha preso parte ieri ad una serie di allenamenti di battuta.
Il catcher degli Yankees Jorge Posada ha saltato la gara amichevole di ieri per un problema alla schiena; sono in costante miglioramento, invece, le condizioni dell’esterno Rondell White e quelle del terza base Robin Ventura, che potrebbe essere in campo per l’opening day nonostante i problemi alla caviglia.
E’ rientrato in campo l’esterno dei Cubs Moises Alou, dopo uno stop di 8 giorni dovuto a uno stiramento muscolare.
I Mets hanno ceduto l’interno Lou Collier a Montreal, in cambio di due giocatori di lega minore.
Il mancino Josè Rosado potrebbe presto firmare un contratto di lega minore con i Royals.
I Cubs hanno spedito nelle minors Bobby Hill.
Gli esami al gomito del lanciatore dei Rangers Ismael Valdes hanno mostrato l’assenza di danni ai legamenti.
I Reds hanno ridotto la rosa a 25 giocatori, 12 dei quali lanciatori.
L’esterno dei Pirates Chad Hermansen si è procurato uno stiramento ai glutei in allenamento.
I Devil Rays hanno ridotto la rosa a 26 giocatori.
Gli Indians hanno tagliato il lanciatore Scott Radinsky.
Gli Angels hanno messo il lanciatore Dennis Cook in lista infortunati per una contusione alle costole.
I Twins hanno spedito in Tripla A il lanciatore Travis Miller.
Infine, all’età di 92 anni è scomparso Mace Brown, ex lanciatore delle Majors negli anni 30 e 40.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.