Saranno famosi?

Il quindicinale Baseball America ha scelto la squadra dell'anno delle Università. La previsione sulle migliori 8 squadre

Il quindicinale “Baseball America” ha diramato come ogni anno la previsione sulle prime 25 Università del paese.
Le prime 8, quelle che dovremmo ritrovare nelle World Series a giugno, sono: Stanford, Clemson, Miami, Southern California, Notre Dame, Florida State, Louisiana State e Nebraska.
Con un'ampia indagine, il quindicinale ha inoltre scelto come ogni anno la squadra ideale tra i vari protagonisti del campionato universitario.

Il ricevitore è Tyler Parker di Georgia Tech.
Il prima base è Larry Broadway di Duke.
In seconda base troviamo Russ Adams di North Carolina.
Il terza base è Jeff Baker di Clemson.
Come Interbase è indicato Drew Meyer di South Carolina.
Gli esterni sono Michael Aubrey di Tulane, Carlos Quentin di Stanford e Brian Stavisky di Notre Dame.
Come designato è stato indicato Jason Cooper di Stanford.
I lanciatori sono: Kiki Bengoechea di Miami, Bob Brownlie di Rutgers, Jeremy Guthrie di Stanford, Anthony Reyes di Southern California e Jeff Francia della canadese British Columbia.
Se questi ragazzi “saranno famosi” lo dirà ovviamente il tempo.

Come curiosità, segnaliamo che nella 'seconda squadra' troviamo il 'paisà' Anthony Lunetta all'interbase e nella terza un altro cognome famigliare, quello del lanciatore Mike Esposito.

Infine, un altro italo americano che si sta facendo onore è Matt De Salvo. Da 'junior' ha lanciato lo scorso anno al College di Marietta, Ohio, (3^ divisione) con un formidabile record di 17-1 e un pgl di appena 1.50 in 120 riprese, nelle quali ha messo a segno complessivamente 205 strike out.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.