Rinaldi: “La vostra delusione è la mia”

Si alternano gli interventi dei candidati dell'uno e dell'altro schieramento

Norberto Crinelli ha aggredito il microfono annunciando di essere un candidato non schierato: Rischio di non prendere neanche un voto, perchè i candidati non votano.
Crinelli ha ironizzato sulle parole magiche “soldi, sponsor e televisione”: Io vi racconterò solo che tra poco arriva Babbo Natale. Crinelli ha proseguito: Il vero problema siamo noi. Dobbiamo evitare lo scontro, chiunque sia il presidente.
Igor Dolen, rappresentante dell'Alpina Tergeste, si è schierato con Bertani: La leadership potenziale c'è. Sono convinto che sia la persona giusta per evitare che nel Consiglio sia vigente la regola del 'do ut des'.
Antonino Micali si è qualificato come un “anonimo che rappresenta la base che dà forza alla struttura”: Sono abituato ad ascoltare proclami, ma oggi è arrivato il momento di dire basta ai programmi tampone. C'è chi un programma lo ha ed è Riccardo Fraccari. Il suo progetto non ha firmato cambiali in bianco ed è stato stilato dopo un confronto.
Vincenzo Savasta, candidato al Consiglio Federale, votò Notari alle scorse elezioni: Non credevo in alcuni personaggi che oggi si sono auto esclusi. Sostengo con convinzione Fraccari.
Clemente Burgazi si è definito “un uomo di scrivania, più che di campo”: Ho conosciuto Bertani da avversario e ho imparato a stimarlo. Lo sostengo.
Il capitano del Cus Parma Massimo Fochi è candidato tra gli atleti: Mi batterò per risolvere il problema dello svincolo. Credo che Fraccari sia la persona giusta per salvaguardare gli equilibri di società e atleti e che aiuterà il baseball a creare una nuova classe dirigente.
Il suo presidente Rossano Rinaldi era parte del gruppo Dalla Noce: La vostra insoddisfazione è la mia. Ero partito con grandi speranze e sono deluso, ma non credo che tutti i mali del baseball siano dovuti alla gestione Dalla Noce. Il 'Quadrifoglio' ad esempio esiste da 10 anni e i primi ad aprirlo siamo stati noi. Se abbiamo responsabilità, c'è chi ne ha di più.
Andrea Farabegoli da Cesena era in vena di citazioni cinefile: Questa gestione assomiglia a 2001 Odissea nello spazio, ma non vorrei che la prossima fosse '2002 la nuova Odissea'. Per questo, appoggio il gruppo di Fraccari.
Valerio Pradal ha puntualizzato: Sono quello che vi parlò di marketing, sponsor e comunicazione. Non mi vergogno. Non ho potuto lavorare e voglio dirvi che sono al vostro servizio per realizzare progetti per il baseball. Sappiate che non ho mai chiesto soldi. Chiedo solo di avere fiducia. Se non c'è, me ne andrò senza problemi

Informazioni su Riccardo Schiroli 1196 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.