Di chi fidarsi?

Il “vecchio” che avanza, opportunismo e corsa alle poltrone

Le prossime elezioni federali rimangono per me un grande enigma.
Ben 6 candidati e programmi faraonici con tante belle parole che, in mancanza di un supporto economico all'orizzonte, rischiano di diventare semplici chiacchiere.
Non nascondiamoci dietro ad un dito, tutte le belle intenzioni sciorinate nei pomposi programmi dei candidati si realizzeranno solamente se ci saranno dei soldi.
In questo momento mi chiedo perche' certi “professionisti della pubblicità e dei media” oltre che presentare ricette non siano riusciti a presentare qualche sponsor perlomeno interessato al nostro sport visto che sono questi che mancano al movimento non tanto i progetti che sono fermi nei cassetti da anni.
Un altro mio pensiero va ai due candidati, Bertani e Fraccari, che secondo il mio parere saranno i veri contendenti alla Presidenza.
Sul primo mi sembra di vedere il ritorno a vecchie logiche e mi nasce una domanda: se il nostro sport è entrato in crisi nel momento in cui Bertani era un pezzo da novanta nella gestione Notari, chi ci dice che quello che non ha fatto prima lo farà una volta eletto?

E di Fraccari?
Il “Gruppo Aperto” diceva di non voler personalismi e di lavorare solo per il bene del Baseball, bene, ma la scelta di Fraccari evidentemente smentisce questa tesi visto che ha creato immediatamente l'uscita di Pier Paolo Vita e Nello Rega con conseguente candidatura del primo.
Evidentemente il Sig. Pradal o i responsabili della scelta sul nome di Fraccar, vedono un candidato che offre al gruppo garanzie di vittoria migliori, non so spiegarmi altrimenti tale decisione.
Per quanto riguarda gli altri candidati alla Presidenza credo che abbiano poche speranze di vittoria se non quella di stipulare alleanze per garantirsi qualche posticino al caldo.
La mia semplice impressione è che sia quindi siamo in presenza di una corsa alle poltrone, evidentemente ancora comode, della F.I.B.S.
Il mio pessimismo potrà essere giudicato eccessivo ma in questo momento rispecchia il mio stato d'animo.
Per il bene del baseball spero di essere contraddetto, vedremo.

Informazioni su Gigi Zanetti 159 Articoli
Nel 1967, a 10 anni, comincia a giocare a Baseball nel Bologna B.C.Nel 1973 la società si trasferisce a Pianoro, quindi dopo gli anni di giovanile esordisce in serie D nel 1973 e in B nel 1976.Dopo poco tempo decide di intraprendere l'attività di allenatore, prima nel softball con la società Pianoro in serie C poi nella Squirell in A2.Un incontro con vecchi amici lo porterà a giocare ancora in C2 con la Ponticella, conquistando la promozione in C1, dal 1984/1992 fa parte anche dello staff tecnico.Il 1993 lo porta ad allenare negli Athletics Bologna in serie B e conquista i play-off.Nel 1994 come capo allenatore la promozione in A2 con la societa' di Ozzano E NEL 1996 allena a Sasso Marconi come assistente di Marco Avallone.La stagione 1997 e 1998 è in A2 con il Castenaso come coach mentre nel 1999 il salto in A1 nello staff tecnico della Fortitudo Bologna di Marco Avallone come capo allenatore dove raggiungerà il 5° posto in classifica.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.