Fraccari: “Castelli sarà l'uomo immagine della nazionale”

L'annuncia a Parma durante l'incontro con le società ducali

E' stato un colpo di teatro che nessuno si aspettava. Se Riccardo Fraccari verrà eletto Presidente della Federazione, l'indimenticato Giorgio Castelli sarà l'uomo immagine della Nazionale Azzurra. Lo ha annunciato Valerio Pradal a margine della presentazione alle società di Parma della candidatura di Fraccari alla Presidenza della Federazione.

La presentazione di è svolta presso il centro “Santa Elisabetta” del C.U.S. Parma, all'interno del Campus Universitario.
Fraccari era affiancato dai candidati al Consiglio Federale Monica Corvino, Massimo Fochi e Rossano Rinaldi.
Vogliamo campionati di vertice forti, attraenti e spettacolari ha detto Fraccari E per questo cercheremo un confronto con i diretti interessati, ovvero le società. La Federazione ha tutte le intenzioni di appoggiare la nascita della Lega e a questo proposito intendo prendere impegni precisi: il 15 dicembre convocherò le società di serie A1 per parlare della formula del campionato, il 16 il Consiglio Federale ratificherà le formule e nominerà lo staff delle nazionali. Voglio gli staff al lavoro da febbraio per il progetto Probabili Olimpici, che nel lungo termine dovrà riqualificre gli atleti italiani, sia di baseball che di softball, per quanto la situazione del softball sia al momento più rosea.
Al momento le Nazionali non possono prescindere dai cosiddetti 'oriundi': Certo nessuno deve strillare se annunciamo che cercheremo di rinforzare le squadre azzurre con gli oriundi più forti che ci sono in giro.
Parte qualificante del progetto di Fraccari è l'idea del Federalismo Sportivo: La seconda settimana di gennaio intendo promuovere una serie di riunioni delle delegazioni regionali per riorganizzare l'attività giovanile di base. Le risorse dovranno essere convogliate in un'unica direzione. Le Regioni avranno vere e proprie Federazioni Territoriali, libere di decidere e dotate anche di capacità impositiva.
Di notevole rilievo è la parte del programma dedicata all'immagine: Puntiamo a creare eventi. Posso fare l'esempio dell'Opening Day, che sarà varato la settimana precedente l'inizio della stagione.
Sull'argomento Fraccari ha chiamato in causa Valerio Pradal, che sedeva in mezzo al pubblico: Credo che l'importanza della comunicazione e del marketing non sfugga a nessuno.
Fraccari è un candidato che viene proposto da una logica di condivisione del progetto. Certo, lui si presenta con il suo know how di uomo di baseball. Io sono in questo ambiente da un anno e non mi sento per niente uno che salverà il baseball, come sono stato erroneamente presentato 10 mesi fa. Posso dire che credo in questo progetto e darò il massimo perchè si realizzi
.
Gli ha fatto eco Luca Felletti, un altro dei “Dalla Noce boys”: Credo che questo sport sia arrivato ad una svolta decisiva. Io, come Valerio, metto a disposizione la mia esperienza. Mi ha molto convinto la volontà del candidato a lavorare per creare una classe dirigente.
Tornando ad un anno fa, lasciatemi dire che nessuno di noi aveva fatto richieste economiche a chicchessia.
Lasciatemi anche esprimere un pensiero per Everardo Dalla Noce, che in questo momento sta molto male
.

Prima di chiudere la presentazione, Fraccari ha risposto ad alcune domande del pubblico.
Sarà una corsa a 2 o 3? Per ora è una corsa a 6, se qualcuno resterà per strada, non lo so…Io ho la mia borraccia e conto di arrivare al traguardo.
Cosa ci dice del Quadrifoglio? E' un impegno gravoso, la gestione di questa struttura. Il Quadrifoglio deve essere aperto, ospitare eventi. Per la sua gestione dovremo raggiungere un accordo con l'Amministrazione locale di Parma, non c'è dubbio.

Commenta per primo

Lascia un commento