Quattro chiacchiere con Marco Sforza

Sentito al telefono dopo le sue dimissioni, Marco Sforza entra maggiormente nel dettaglio della sua decisione

Dopo aver ricevuto e pubblicato le dimissioni del “Consulente del Presidente per i rapporti con la Major League” Marco Sforza, abbiamo voluto sentire dalla sua viva voce le motivazioni di tale decisione che arriva come un fulmine a ciel sereno.
Cerchiamo di capirci un po' di più'.

Marco, quali sono le decisioni adottate dal Presidente che non ti trovano d'accordo?
Ci sono state diverse decisioni che in questi mesi mi hanno fatto storcere il naso. Su tutte comunque menzionerei senza ombra di dubbio l'esautoramento dei tre consulenti.
Avvenuta oltretutto senza nessuna convincente spiegazione da parte del Presidente, e senza mai presentare i loro sostituti, mandando con ciò alla malora il programma che tanto interesse aveva suscitato in campagna elettorale.
Vorrei anche segnalare alcune deleghe date a personaggi
senza autorità e competenza.
Deleghe per compiti di rappresentanza anche internazionale fondamentali per l'immagine del nostro sport. Ed ancora la superficialità con cui è stata diretta la nuova federazione.

Ma secondo te quali conseguenze causerà la tua decisione?
Sicuramente nessuna. Il Presidente comunque si renderà conto che chi lo ha aiutato ad arrivare alla carica lo sta abbandonando e quindi delegittimando.
A meno che non ci sia una discussione seria tra il Presidente e il C.F. su quanto c'è da fare per risollevare i nostri sport e quindi si torni sui propri passi, soprattutto chiedendo scusa a tutto il movimento su quanto è stato promesso e non è stato fatto né impostato
“.

e quindi cosa vedi all'orizzonte?
Potrebbe esserci una revisione della politica federale affidando incarichi a professionisti competenti per aggiustare il tiro e reindirizzare tutto il lavoro come promesso. Le elezioni le vedrei come ultima spiaggia poiché' sarebbero deleterie per tutti gli amanti del Baseball e del Softball

Credi sul serio che ciò possa avvenire e che il Presidente faccia un passo di questo tipo?
Mah, non so. Io credo che se ama veramente il Baseball ed il Softball dovrà farlo, riflettendo che sarebbe un passo avanti . Noi sino ad oggi abbiamo disatteso le giuste aspettative che, chi ci ha votato, attendeva da questa nuova federazione.

Quindi totale dissonanza su quanto fatto finora?
No, alcune cose fatte sono positive

Che cosa?
Ad esempio l'aver rasserenato la categoria arbitrale, l'aver acceso un dibattito nuovo tra gli affiliati, l'aver promosso studi per l'attività giovanile e soprattutto la nuova linea per le Nazionali. Credo che sia per il baseball che per il softball la questione “Nazionali” sia stata perlomeno trattata in maniera differente rispetto al passato e poi ci sono sicuramente nuovi stimoli ed aspettative. L'attività nelle scuole qualora andrà in porto come spero, ci porterà dei risultati per l'attività di base sicuramente di grande rilievo.
Una cosa posso comunque asserire che con il CF e soprattutto con i due vice presidenti c'è stato sempre un dialogo aperto anche se non sempre eravamo d'accordo su tutto, mi sembra inevitabile, ma una cosa non è mai venuta a mancare: IL RISPETTO.
Ricordiamo che La federazione è un azienda a tutti gli effetti e che da tale deve operare, basta con le improvvisazioni.

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.