Baseball.it

Cycle di Garcia, l'Italia stringe i denti e supera il Belgio

di Mauro Cugola
Avanti per 5 a 0 al sesto, la nazionale di Gerali nella parte bassa dell'ottavo si faceva recuperare sino al 5 a 4 e con punto del pareggio in terza. Finisce 7 a 4, ma quanta sofferenza
Robel Garcia
Robel Garcia
© Lauro Bassani - PhotoBass

Contro un Belgio veramente mai domo, l'Italia sino all'ultimo soffre ma conquista la seconda vittoria nel Super 6. Partita che sembrava indirizzata verso i binari di un tranquillo successo, poi complicatasi all'ottavo sino al -1 e risolta da un attacco dove, inevitabilmente, spicca Robel Garcia autore di un cycle e a questo punto impossibile da tenere fuori in vista dei prossimi impegni.
Rispetto alla sfida con la Germania, Gerali proponeva Beau Maggi catcher e appunto Garcia Dh al posto rispettivamente di Mineo e Mazzanti, spostava Zileri all'esterno centro e con Reginato a destra a rimanere fuori era Koutsoyanopu. Palla affidata a Palumbo, con la speranza di ricorrere poco o niente al bullpen in vista delle sfide dei giorni prossimi. Speranza andata disattesa, visti i quattro rilievi inseriti contro una squadra che la sera prima era uscita sconfitta 13 a 1 per manifesta dalla Spagna.

Dall'altro fronte il partente Driessens, sino a che riusciva a lavorare con efficacia sui fili e con gli effetti, metteva per certi versi in difficoltà l'attacco italiano. Al terzo inning a sbloccare l'empasse era Garcia, che già nel turno precedente aveva inaugurato la sua partita con un doppio sulla recinzione senza poi essere spinto a casa. Con due fuori Liddi indovinava un texas nella terra di nessuno dietro al sacchetto di seconda, base ball a Colabello e fuoricampo al centro del sopraccitato Garcia per il 3 a 0. Anche in questo caso, proprio come ieri, con la complicità di un vento un po' meno teso ma comunque ben presente e direzionato in favore dei battitori.
Al quarto gli azzurri allungavano sul 4 a 0: Beau Maggi apriva la ripresa con un doppio a sinistra sulla recinzione, giungeva in terza su singolo di Reginato ed a casa su volata di sacrificio del fratello Andrew. Occasione invece sprecata al quinto, quando con situazione di corridori agli angoli e zero fuori, arrivavano una volata in foul e la rimbalzante in doppio gioco di Vaglio.

Al sesto, così come al secondo, quarto e quinto attacco, l'Italia iniziava il proprio turno con un doppio. Per spingere a casa Beau Maggi, con due fuori, era ancora una valida del fratello Andrew e si andava sul 5 a 0.
Ma nella parte bassa dell'inning arrivava il primo segnale di vita del Belgio. Palumbo, sino a quel momento quasi perfetto e ben aiutato dalla difesa, dopo 79 lanci veniva sostituito da Mazzocchi, che ereditava una situazione di due uomini in base e uno fuori. L'inizio del rilievo italo-venezuelano non era particolarmente brillante, singolo per caricare le basi e quattro ball per il punto forzato del 5 a 1 intramezzati dallo strike out su Boermans. La ripresa si chiudeva con una rimbalzante sul lanciatore stesso, che poi ad inizio settimo lasciava la pedana a Diego Fabiani.

La partita del lanciatore del Padova, dopo un inning perfetto, si interrompeva però all'ottavo. La base a De Wolf e il doppio sul muro di De Quint suggerivano a Gerali di ricorrere a Valerio Simone. E le cose peggioravano. Un lancio pazzo portava il punteggio sul 5 a 2 e corridore in terza, una base ball metteva il Belgio in situazione di uomini agli angoli e punto del pareggio in battuta. Dopo lo strike out su Boermans, lo stesso Simone commetteva un errore sanguinoso su una rimbalzante indirizzata verso il monte da possibile doppio gioco. Il tiro verso la seconda era fuori misura, entrava il 5 a 3 e si stava ancora con uno fuori. Era allora il turno di Bassani, che prima lasciava al piatto Roevens e poi concedeva il singolo a Poesmans, battuta che portava a casa il 5 a 4 e spostava il punto del potenziale pareggio in terza. Fortuna per gli azzurri che il provvidenziale strike out su Goffaux riusciva a fermare l'emorragia.

Fronteggiato il pericolo, al nono l'Italia chiudeva i conti. Il manager belga rilevava Driessens con Vandroogenbr, e dopo due eliminazioni concedeva base a Liddi, quindi singoli di Colabello, Garcia (che completava così il cycle) e Vaglio per il 7 a 4, risultato con il quale si chiudeva il match. E si poteva finalmente tirare un sospiro di sollievo. Perché domani c'è l'Olanda...

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

18 ott 2018
WBSC

Scatta a Barranquilla e Monteria un super Mondiale under 23

16 ott 2018
Baseball Ciechi

La Roma All Blinds chiude in bellezza il 2018

15 ott 2018
Major Leagues

Championship Series 2018: parità perfetta

13 ott 2018
Nazionale

Potrebbero essere olimpici

13 ott 2018
Varie

Lutto nel baseball nettunese: si è spento Benedetto Faraone

12 ott 2018
Major Leagues

Al via le Championship Series, è caccia al pennant

10 ott 2018
Major Leagues

Red Sox, 10 e lode. Eliminati gli Yankees

10 ott 2018
Campionato Olandese

Rotterdam campione d’Olanda per la 19esima volta

9 ott 2018
Serie A1

Serie A1, ecco chi sta facendo un pensierino al ripescaggio

5 ott 2018
BaseballNow

Che senso ha l'obbligo degli AFI?

5 ott 2018
Serie A1

Michelini non è d'accordo

5 ott 2018
Major Leagues

Ryu sale in cattedra. E stanotte parte anche la American League

5 ott 2018
Baseball Worldwide

Annunciato il calendario del Mondiale Under 23

5 ott 2018
Serie A1

Avanti con la proposta della FIBS

4 ott 2018
Major Leagues

Ai Rockies e Yankees le “Wild Card” e ora scattano le Division Serie

4 ott 2018
Baseball e TV

Su Dazn in diretta tutti i play-off della MLB

3 ott 2018
Serie A1

La serie A1 tornerà alle tre partite nella poule scudetto?

2 ott 2018
Major Leagues

MLB: scattano i play-off dopo la “lunga notte” degli spareggi

1 ott 2018
Baseball Ciechi

Alla Roma All Blinds la Coppa Italia 2018

1 ott 2018
Giovanili

Assegnati gli scudetti giovanili

30 set 2018
Serie A2

Il baseball grossetano adesso strizza l'occhio alla serie A1 2019

29 set 2018
Baseball Ciechi

La finale di Coppa Italia 2018 tra un classico e un inedito

28 set 2018
BaseballNow

Perché non la Coppa Italia come terza partita?

28 set 2018
Serie A1

La serie A1 del prossimo anno secondo Marcon

28 set 2018
BaseballNow

Club Olimpico sì per il baseball


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy