Baseball.it

Provaci ancora Fortitudo

di Mino Prati
Fondamentale per Frignani è arrivare alla eventuale semifinale con un partente fresco: sarà Martinez il deputato a questo ruolo?
Jorge Martinez
Jorge Martinez
© Lauro Bassani (PhotoBass) FIBS

La Fortitudo è pronta a dare nuovamente l'assalto a quella Coppa dei Campioni in cui è stata l'ultima italiana a vincere, nel 2013 (sul Rimini). Un ultimo successo che bissava quello dell'anno prima (contro il Città di Nettuno) e faceva il tris con quello del 2010 (sull' Heidenheim Heideköpfe). In totale sono cinque le coppe continentali vinte dai bolognesi, con quelle del 1973 e del 1982. Adesso vorrebbero fare sei, ma i conti andranno fatti con le olandesi che dal 2015 dominano sulla scena europea ed in particolare con i campioni in carica del Neptunus Rotterdam che hanno dalla loro anche il vantaggio di giocare sul proprio campo, e con un girone di qualificazione che - come peraltro per la T&A San Marino - è il più difficile dei due.
I "rinforzi" - Moesquit (necessario come il pane dopo l'infortunio a Fuzzi), e da ultimi Pugliese e Cicatello - sono arrivati, manca Bocchi, impegnato nei "Regional" del campionato NCAA con Texas. Otto lanciatori - infortunato Panerati - però dovrebbero, almeno numericamente, bastare. Si tratta di vedere quali compiti saranno riservati ai "neo/vecchi" acquisti, appunto Pugliese e Cicatello.
Lele Frignani non si sbottona, a parte il dire che lo straniero sacrificato sarà Flores "non possiamo fare a meno dei due lanciatori, Martinez e Rivero, e di Marval nel ruolo di ricevitore, anche se Flores è caldissimo". Sui lanciatori silenzio assoluto: "Ho detto a tutti che in un torneo con cinque partite in cinque giorni tutti debbono essere pronti ad andare in campo sempre. Con lo staff abbiamo un'idea delle tattiche che potremmo adottare riguardo al monte, ma dovremo vedere come andranno le cose agli altri. Non dobbiamo prendere sottogamba il Draci Brno, che contro di noi schiererà verosimilmente il miglior lanciatore".
E importante sarà il risultato, sempre nella prima giornata, domani, del San Marino col Neptunus.
"Poco ma certo. Noi dobbiamo avere come primo obiettivo vincere col Draci Brno e come secondo arrivare alle semifinali. Fondamentale poi sarà arrivare alla semifinale con un partente fresco (Martinez o Rivero? Con il secondo che ha iniziato una partita perla prima volta la settimana scorsa - n.d.r.")". Di più non ci ha detto. Forse, in apertura di torneo, partente Panerati?

Questo in ogni caso il programma per l'Unipolsai, che giocherà sempre a Rotterdam: domani alle 10,30 il Draci Brno, dopodomani alle 15 la T&A San Marino, venerdì alle 19,30 il Curaçao Neptunus Rotterdam... Poi si vedrà.

Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy