Baseball.it

La sfortuna perseguita Kershaw, ancora un infortunio

di Andrea Tolla
Il partente mancino dei Los Angeles Dodgers torna dopo quasi un mese di assenza e dura solo 5 inning prima di fermarsi nuovamente per un problema alla schiena. Doppia impresa nel box per Francisco Lindor
Clayton Kershaw, partente dei Dodgers
Clayton Kershaw, partente dei Dodgers
© Robert Gauthier (Los Angeles Time)

Clayton Kershaw torna a lanciare per la prima volta dopo quattro settimane di stop causate da una tendinite al bicipite sinistro e dopo cinque inning è costretto ad abbandonare per un dolore alla schiena. Los Angeles tiene il fiato sospeso per il suo campione che è stato immediatamente sottoposto a risonanza magnetica. Il 30enne mancino fin quando è stato sul monte non era andato neanche male considerando tutto concedendo 4 valide ed 1 base per ball che hanno prodotto 1 corsa a casa molto particolare, con 5 strike-out all'attivo per 62 lanci complessivamente effettuati (di cui 42 in area di strike). Kershaw, che già nel 2016 aveva avuto dei guai per un'ernia del disco, è stato inserito di nuovo in lista infortunati e non è chiaro quando sarà di nuovo disponibile.
Per i Dodgers questa stagione continua ad essere maledetta. Oltre al seconda base Chase Utley ed all'interbase Corey Seager, Los Angeles ha la bellezza di 6 lanciatori partenti in infermeria. Oltre a Kershaw sono out Rich Hill, dito, Kenta Maeda, anca, Hyun-Jin Ryu, inguine, Tom Koehler, spalla, Julio Urias, spalla. Nonostante questo i Dodgers stanno tenendo duro e la loro distanza dal vertice della West Division di NL, ancora in mano a Colorado (30-26), è di -4, pari merito con San Francisco. Nel mezzo c'è Arizona che, dopo un break negativo di 9 sconfitte in 10 gare vincono 2-1 la serie interna contro Cincinnati e si posizionano a -1.5 dai Rockies.
Parlavamo prima del punto subito da Kershaw al secondo inning definendolo "particolare". Al secondo inning la valida di Alfaro, spinge a punto Maikel Franco per il parziale vantaggio dei "Phils", ma nessuno nota che il terza base non tocca mai il piatto e che il punto non dovrebbe essere assegnato. Alla fine la partita terminerà 1-2 per i Phillies che chiudono la complicata trasferta a LA con 2 vittorie ed altrettante sconfitte e si mantiengono ad una lunghezza dalla vetta della East Division di National League ancora in mano ai Braves (33-23), che nel frattempo hanno avuto il merito di battere i Nationals in casa in gara1 di questo bellissima sfida da 4 tra le prime due del girone. Washington, da parte sua, dopo lo sweep interno subito proprio dai Dodgers, è tornata a brillare e grazie a due cappotti esterni rifilati a Miami e Baltimore, ha subito solo 2 sconfitte nelle ultime 10 gare, compresa quella della notte scorsa contro Atlanta, ed ora è a solo -0.5 dalla vetta.
Nella Central Division di NL prosegue il momento di gloria dei Brewers che con 36-21 hanno il migliore record del "Senior Circuit". Milwaukee, che ha vinto 2-1 anche la serie interna contro i rivali di St.Louis, ovviamente è leader della Central Division e con 8 vittorie nelle ultime 10 gare e sta allungando sugli inseguitori che ora sono a -4 (i Cubs) ed a -4.5 (i Cardinals).
Una incredibile prestazione di Francisco Lindor ha permesso a Cleveland di vincere la sesta partita consecutiva. Nella sfida contro i Twins (vinta per 9-8), l'interbase ha realizzato due valide ed altrettanti fuoricampo per la seconda volta in stagione dopo la prestazione dello scorso 12 maggio contro i Royals. Solo 3 giocatori prima di lui erano riusciti a realizzare questa produzione offensiva nel corso della stessa stagione. Si tratta di Adrian Beltre (2007), Jim Edmonds (2003), e Rafael Palmeiro (1993). Ma nessuno aveva realizzato due fuoricampo e due doppi in una singola partita nel corso dello stesso mese. Gli Indians con questa striscia positiva allungano su Detroit (-4.5) e Minnesota (-6.5), e sembrano avere in mano le sorti della Central Division di American League.
Nella West Division di AL gli Astros continuano a guidare il girone con 36 vittorie e 22 sconfitte nonostante il buon momento di Seattle che segue a -1. C'è molta attesa per lo scontro diretto che si terrà in quel di Houston a partire dal prossimo 5 giugno.
Il miglio record della American League, e di tutta la MLB, è comunque ancora in mano ai Boston Red Sox che nonostante il passo falso della notte scorsa contro gli Astros, hanno messo insieme 39 vittorie e solo 18 sconfitte. Dietro di loro nella East Division resistono solo gli Yankees che con 35-17 ne insidiano la leadership.

 

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy