Baseball.it

Tredici uomini per salvare un campionato

di Luigi Giuliani
I numeri della spedizione del City a Sesto sono un sintomo –l’ennesimo- di un malessere che non colpisce solo Nettuno.
Uomini contati
Uomini contati
© dianamarahenry.com


Nel baseball -forse più che in altre discipline- la salute di un movimento sportivo o, al contrario, le sue patologie saltano alla vista sul campo. Chiunque abbia praticato il baseball in Italia si è imbattuto più di una volta sin da bambino in situazioni limite, soprattutto (ma non solo) nelle regioni periferiche del nostro sport: partite giocate su campi di calcio adattati, strutture fatiscenti, arbitri che non si presentano in campo... Tutto questo, mi dicono, è in gran parte un ricordo del passato. Non ne sarei così sicuro, ma sono comunque difficoltà che dirigenti, tecnici e giocatori hanno sempre affrontato con entusiasmo e persino con eroismo, gettando il cuore oltre l'ostacolo per avanzare verso un orizzonte, quello della crescita del movimento, che dava un senso agli sforzi di singoli e società.

Fra tutti, il sintomo che più fa stringere il cuore è quello delle panchine corte. Società con pochi cartellinati costrette a scendere in campo con i giocatori contati. Nelle realtà dove il baseball fatica ad affermarsi accade a volte di veder scendere in campo squadre di soli nove giocatori, magari chiamati affannosamente all'ultimo momento con una telefonata ("Per favore, siamo solo in otto, ti passo a prendere a casa..."). Alzi la mano chi non ha mai vissuto situazioni di questo tipo nelle giovanili o in serie C.

Oggi quel sintomo della povertà, della difficoltà strutturali del nostro baseball, ha fatto la sua comparsa nel massimo campionato. Mentre sto scrivendo, solo tredici giocatori del Nettuno City sono in viaggio verso Sesto Fiorentino per giocare contro il Padule le due partite previste per oggi dal calendario di A1.

Certo, si dirà, ma questa è un'altra storia: si tratta di un episodio frutto della lunga saga fratricida a cui da anni si assiste in riva al Tirreno, una fra le tante conseguenze di una situazione che ha una dimensione locale fatta di dissesti societari, problemi di sponsor, giocatori che non rispondono alla convocazione... E si sta comunque lavorando per scongiurare il possibile ritiro del City dalla A1, un ritiro che farebbe seguito a quello disastroso del Paternò dalla A2. Sarà pure così, si potrà anche trovare un palliativo e dare un po' di ossigeno al malato, ma rimane il fatto che oggi su quei tredici giocatori del City grava il peso di dover puntellare la facciata della credibilità non solo della loro società, ma di tutto un campionato che dovrebbe essere la vetrina del baseball italiano.

Stasera a Sesto i giocatori del dugout degli ospiti semivuoto si specchieranno in quelle tribune quasi deserte a cui da tempo abbiamo fatto il callo. Che si verifichi o meno il ritiro del City, è urgente immaginare e porre rapidamente in essere soluzioni e riforme radicali del nostro baseball che ne garantiscano la sopravvivenza. Soluzioni, come quella prospettata da Ruggero Bagialemani in questo sito (Baseball italiano, sempre peggio... ), che passano necessariamente per l'autocritica e il ridimensionamento a beneficio dell'interesse collettivo del movimento.
Oggi, con la coscienza di essere rimasti in pochi, di avere ormai una panchina cortissima e di dover giocare due partite in poche ore, i tredici giocatori del City a Sesto sono la metafora del nostro baseball.

 

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

18 ott 2018
WBSC

Scatta a Barranquilla e Monteria un super Mondiale under 23

16 ott 2018
Baseball Ciechi

La Roma All Blinds chiude in bellezza il 2018

15 ott 2018
Major Leagues

Championship Series 2018: parità perfetta

13 ott 2018
Nazionale

Potrebbero essere olimpici

13 ott 2018
Varie

Lutto nel baseball nettunese: si è spento Benedetto Faraone

12 ott 2018
Major Leagues

Al via le Championship Series, è caccia al pennant

10 ott 2018
Major Leagues

Red Sox, 10 e lode. Eliminati gli Yankees

10 ott 2018
Campionato Olandese

Rotterdam campione d’Olanda per la 19esima volta

9 ott 2018
Serie A1

Serie A1, ecco chi sta facendo un pensierino al ripescaggio

5 ott 2018
BaseballNow

Che senso ha l'obbligo degli AFI?

5 ott 2018
Serie A1

Michelini non è d'accordo

5 ott 2018
Major Leagues

Ryu sale in cattedra. E stanotte parte anche la American League

5 ott 2018
Baseball Worldwide

Annunciato il calendario del Mondiale Under 23

5 ott 2018
Serie A1

Avanti con la proposta della FIBS

4 ott 2018
Major Leagues

Ai Rockies e Yankees le “Wild Card” e ora scattano le Division Serie

4 ott 2018
Baseball e TV

Su Dazn in diretta tutti i play-off della MLB

3 ott 2018
Serie A1

La serie A1 tornerà alle tre partite nella poule scudetto?

2 ott 2018
Major Leagues

MLB: scattano i play-off dopo la “lunga notte” degli spareggi

1 ott 2018
Baseball Ciechi

Alla Roma All Blinds la Coppa Italia 2018

1 ott 2018
Giovanili

Assegnati gli scudetti giovanili

30 set 2018
Serie A2

Il baseball grossetano adesso strizza l'occhio alla serie A1 2019

29 set 2018
Baseball Ciechi

La finale di Coppa Italia 2018 tra un classico e un inedito

28 set 2018
BaseballNow

Perché non la Coppa Italia come terza partita?

28 set 2018
Serie A1

La serie A1 del prossimo anno secondo Marcon

28 set 2018
BaseballNow

Club Olimpico sì per il baseball


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy