Baseball.it

Spring-training all’italiana: parte la “Pizza League”

di Filippo Fantasia
Dal 17 al 24 marzo prossimo a Nettuno con 10 squadre partecipanti: confermata la presenza delle formazioni tedesche, interesse da Francia, Belgio e Olanda. Da un’idea di Martin Helmig, manager della Germania, e di Ruggero Bagialemani
Il logo ufficiale della "Pizza League"
Il logo ufficiale della "Pizza League"
© Martinhelmig.com

Dopo la Cactus League (in Arizona) e la Grapefruit League (in Florida), due happening tanto attesi per testare le prospettive delle squadre americane in vista dell'opening day, anche l'Italia a marzo del prossimo anno avrà il suo spring-training.
Si chiamerà "Pizza League" e debutterà sabato 17 marzo per concludersi il weekend successivo a Nettuno, location ideale per una preparazione di alto profilo tenuto anche conto del clima mite e della presenza di diversi diamanti, da quello dello stadio di Anzio (per le gare ufficiali) ad altri presenti sul territorio (destinati ad allenamenti).
Dieci le squadre partecipanti a livello europeo, 5 hanno già confermato: per la Pizza League arriveranno dalla Germania (Monaco, Bonn, Mannheim etc.) ma sono giunte manifestazioni d'interesse anche dalla Francia, Belgio e Olanda, tutte ospitate sul litorale tirrenico. Oltre naturalmente alle italiane, tra cui diverse della IBL, che hanno già dato disponibilità.
Il calendario prevede partite ogni giorno, minimo 7 inning, tranne il mercoledì. Partite veloci con cambi di inning dopo 20 lanci. Ogni formazione dovrà quindi attrezzarsi con un nutrito bullpen e rendere disponibile almeno un arbitro. Ci si potrà iscrivere alla prima edizione dello spring-training tutto italiano fino a merà dicembre.
La Pizza League nasce da un'idea di Martin Helmig, attuale manager della Germania (che ha giocato ad Anzio negli anni '80), e Ruggero Bagialemani, suo assistant coach della Nazionale tedesca da giugno del 2016.

 

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy