Baseball.it

Il Neptunus fa 18 nel segno di Orlando Yntema

di Pim Van Nes
Rotterdam, allenato dal debuttante Ronald Jaarsma, si laurea campione d’Olanda 2017 battendo 4-1 gli Amsterdam Pirates nelle Holland Series. Determinante l’ex-Warriors Paternò, lanciatore partente in due gare ed autore di uno shut-out
Orlando Yntema dopo lo shut-out in gara-2 delle Holland Series sull'L&D Amsterdam
Orlando Yntema dopo lo shut-out in gara-2 delle Holland Series sull'L&D Amsterdam
© Robert Bos

Il quinto match delle Holland Series ha consegnato il 18mo titolo nazionale al Curacao Neptunus di Rotterdam. La squadra dell'esordiente manager Ronald Jaarsma ha vinto ben 4 gare contro l'L&D Amsterdam Pirates, che pur si erano classificati al primo posto nella stagione regolare e con qualificazione ai play-off insieme a Neptunus, Pioniers e HCAW. Decisivo è stato il grande ritorno di forma del lanciatore Orlando Yntema che, dopo aver scoperto un cancro la scorsa primavera ed aver subito un intervento chirurgico, ha recuperato velocemente durante lo stagione e si è fatto trovare pronto come partente per le Holland Series 2017.
Gara-1 a Rotterdam sembrava presagire una vittoria per Amsterdam, avanti 4-2 nella nona ripresa. Con i rilievi di Amsterdam in pedana, Rotterdam era riuscita a segnare 3 punti con 2 eliminati: 5-4 per i padroni di casa. Gara-2 ad Amsterdam sembrava facile per i Pirati col loro partente Kevin Heijstek in gran forma. Play ball ritardato di due ore a causa della pioggia ma Neptunus segnava subito due punti grazie al primo di due fuoricampo del catcher Gianison Boekhoudt nella prima ripresa. Poi toccava ad Yntema col suo controllo quasi perfetto sul monte di lancio. L'ex-Warrior Paternò concedeva una valida nella quarta e nella settima ripresa e tornava vincente con uno shut-out, 12-0 per il Neptunus.
Le Holland Series meritavano di allungare nel secondo weekend ed Amsterdam meritava di vincere Gara-3 a Rotterdam. Gli ospiti avevano costruito un vantaggio nella quarta e sesta ripresa, poi perso nella settima e ottava ripresa (3-2). Nella nona, però, c'era il crollo dell'esperto rilievo Berry van Driel, che concedeva 4 singoli ai Pirates. Amsterdam segnava 5 punti e Neptunus non rispondeva piu: 7-3 ilk finale e 2-1 nelle Series. Per Gara-4 ad Amsterdam erano pronti gli assi del monte Rob Cordemans e Diego Markwell. Gara completa per Cordemans con 129 lanci e 10 strike-out, 1 base e 4 valide. Bastava al Neptunus il doppio di Benjamin Dille e il singolo di Shaldimar Daantji nella quarta (0-2) più un fuoricampo di Dwayne Kem (0-3) nella sesta ripresa. Più valide per i Pirates (6-4) ma il closer Loek van Mil fermava l'ultimo attacco: 3-2 per Neptunus.
Primo match-point sul 3-1 per il Neptunus: le due squadre hanno aspettato che la pioggia terminasse al sabato pomeriggio, ma Pluvio ha continuato imperterrito e la gara a Rotterdam è stata cancellata. Occasione rinviata alla domenica, sfida ancora in casa dei Pirates ad Amsterdam. Stessa sfida tra i lanciatori Heijstek e Yntema, stadio Ookmeer pieno di tifosi locali e da Rotterdam, presenza anche della NOS TV per la registrazione del match, live però sul Canale Nederland 1 in concorrenza con la FIFA World Cup e con la ISU World Cup. Una sfida appasionante che la TV nazionale ha trasmesso per piu di un'ora e mezza portando nelle case olandesi tre monenti chiave per la Hoofdklasse: prima ripresa con due punti per Amsterdam, sesta (3-0) e settima ripresa (4-2) e concludendo con la nona ripresa per circa 45 minuti. Rotterdam metteva sotto pressione i rilievi di Heijstek con 3 singoli e segnava 4 punti per il 6-4. Amsterdam segnava ancora (6-5) sul singolo di Rashid Gerard, ma Rotterdam otteneva il terzo out conquitando il titolo nazionale.
Gli statistici della federazione oladnese KNBSB hanno nominato il rilievo Loek van Mil come MVP delle Holland Series, ma i suoi compagni di squadra durante la festa dopo gara hanno indicato Orlando Yntema come il lanciatore più determinante. L'ex-Warrior è stato partente nelle due gare ad Amsterdam. Nelle sue 14.1 riprese sul monte nel Ookmeer, Yntema ha tenuto la sua media pgl a 1.88 contribuendo alle due vittorie per il Neptunus. Sopratutto il ritorno dalla grave malattia ha avuto una influenza enorme sulla squadra. Dopo gara-5 il gruppo in campo ha chiamato: "Yntema! Yntema! Yntema!" sottolineando la preferenza. Quando il presidente federale Ron Schel voleva assegnare il premio ufficiale al capitano del Neptunus, Yntema è stato spinto dai suoi compagni di squadra in avanti per la premiazione.
Il 18mo titolo per il Neptunus arriva durante il 75mo anniversario della nascita del club, fondato nel 1943 come simbolo di resistenza durante la guerra. Primo titolo per il nuovo manager Ronald Jaarsma, chi ha sostituito Evert-Jan 't Hoen dopo 4 scudetti (2013-2014-2015-2016). La selezione di Jaarsma durante 2017 è stata molto flessibile, perche tanti gioccatori erano indisponibili. Il creativo Jaarsma sapeva ispirare sia i giocatori in campo che nel bullpen, ad esempio a Regensburg aveva conquistato il titolo della Coppa Campioni col pitcher-coach Elton Koeiman come vincente. Jaarsma ha inserito giovani come il lanciatore italo-landese Stefan Iannelli (17) e il battitore Ruendrick Piternella (16). Iannelli nella nazionale olandese Under18 ha ben figurato durante la World Cup essendo stato lanciatore vincente nella gara contro Nicaragua. Figlio del ex-Lazio Luigi Iannelli spera di esser schierato dalla KNBSB per gli Europei 2018 programmati a Grosseto.

Anno per anno tutti i titoli nazionali del Neptunus Rotterdam: 1981, 1991, 1993, 1995, 1999-2005, 2009, 2010, 2013-2017.

 

 
Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

17 ott 2017
European Baseball Series

Italia-Olanda in diretta venerdì su Fox Sports

17 ott 2017
Major Leagues

Il fattore campo domina nelle Championship Series

14 ott 2017
Varie

Fraccari sempre presidente mondiale del baseball

14 ott 2017
Major Leagues

Los Angeles e Chicago, tocca ancora a voi

13 ott 2017
Major Leagues

Astros e Yankees, su il sipario delle Championship Series

13 ott 2017
Major Leagues

I Chicago Cubs ingranano la terza

13 ott 2017
Baseball.it Awards

I "Baseball.it Awards" spengono 18 candeline!

12 ott 2017
Major Leagues

Impresa Yankees che volano alle Championship Series

11 ott 2017
BaseballNow

"M.C." (Massimo Campionato) ancora in alto mare

10 ott 2017
Italian Baseball League

Fumata bianca per l'IBL

10 ott 2017
Major Leagues

Astros e Dodgers alle Championship Series

9 ott 2017
Serie A Federale

Castenaso, potrebbe essere promozione vera

6 ott 2017
Major Leagues

E si accendono i riflettori anche sulla National League…

6 ott 2017
Major Leagues

Partenza sprint per Houston e Cleveland nelle ALDS

6 ott 2017
Varie

Rimini ospiterà il "Louisville Slugger Super Clinic" 2017

5 ott 2017
Major Leagues

Indians vs Yankees, Astros vs Red Sox: su il sipario

5 ott 2017
Major Leagues

Attacchi scatenati nella sfida per la wild card della NL

5 ott 2017
Serie A Federale

Serie A, Trinci nuovo manager del Città di Nettuno

4 ott 2017
Major Leagues

Agli Yankees le Division Series della American League

3 ott 2017
Major Leagues

Arizona e Colorado, l’Ovest alla conquista della wild-card

2 ott 2017
Serie A Federale

E' Filippo Olivelli il nuovo manager del JR Grosseto

2 ott 2017
Baseball B

Il Milano batte il Sanremo e torna in serie B

2 ott 2017
Major Leagues

Post-season MLB: si comincia dalle wild-card

2 ott 2017
Italian Baseball League

Tommasin Padova, una stagione in chiaroscuro

1 ott 2017
Serie A Federale

Imola conquista lo scudetto di serie A 2017: Castenaso ko per 3-1


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2017 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy