Baseball.it

Little League World Series: la sfilata, il kit, i due campi da sogno, e il signor Giovanni 

di Carlo Ravegnani
Iniziate a Williamsport le Little League World Series. Emilia Romagna sconfitta all'esordio dai canadesi
Logo Little League 2017
Logo Little League 2017
© @littleleague

Benvenuti a Williamsport, città del baseball. E per chi, come noi, vive quotidianamente le vicende di questo sport, è un suono dolce, un gran bel vedere. Per sedici squadre di tutto il mondo Under 12, parafrasando Pinocchio, è il paese dei balocchi, per chi vive da queste parti è l'orgoglio americano.

L'organizzazione Major League fa le cose in grande e mette al centro dell'attenzione un prodotto vincente, collaudato ormai da anni. La sfilata per le strade di Williamsport è la classica americanata in italico stile carnevalesco ma è emozionante, coinvolge migliaia di persone, dalla banda alle majorette, dalle squadre locali di baseball agli applauditissimi pompieri. E i ragazzi, sì i nostri ragazzi che sfilano sui carri lanciando gadget alla gente lungo la strada, sono già le star della manifestazione. I giocatori diventano attori protagonisti, rivestiti da testa a piedi, con un kit di "benvenuto" che prevede mazza, guantone, caschetto, guantini, zaino, occhiali, scarpe, il protocollo è una sorta di casting fotografico e la Espn, che si assicura i diritti dell'evento, rigorosamente trasmesso in diretta, si diletta a intervistare i giovani campioni raccogliendo emozioni e preferenze.

L'impianto è favoloso, due campi da sogno, oltre alla collinetta stile Wimbledon dove si appostano centinaia di appassionati. I ragazzi vivono due settimane in un mondo ovattato, quasi fuori dal comune per chi è abituato a giocare davanti a genitori e qualche amico. Poi c'è il lato agonistico, la partita e il verdetto del campo come al solito è indiscutibile. Nel nostro caso il debutto è una sconfitta con il Canada (12-2) che si presenta con un fuoricampo da un punto, al quale fa seguire un grande slam che apre la fuga decisiva dei nostri avversari più forti e aggressivi in battuta. Già proprio nel box dove la selezione italiana, arrivata negli Usa come team emiliano-romagnolo, aveva fatto la differenza sia al Torneo delle Regioni che alla fase europea di Kutno dove aveva segnato in totale oltre 100 punti. Un team inizialmente guidato da Andrea Tulli che poi ha passato il testimone a Gilberto Zucconi, uno dei rampolli della dynasty Zucconi che ha pestato per anni i diamanti riminesi, assistito da Christian Tosini e Fabio Puelli, due prodotti della vincente scuola di allenatori del parmigiano. La novità americana e' il team manager Mike Romano, sì proprio lui, il mitico "baffo" pluriscudettato con Rimini che dopo oltre 50 anni realizza il suo sogno di partecipare a una World Series Little League. Allora lo sfiorò come giovanissimo giocatore, ora lo vive da navigato accompagnatore. I ragazzi, a caccia del riscatto contro il Messico, certamente meritano una citazione: Bacci, Borella, Casadio, Catellani, Gerali, Giovanelli, Ioli, Laghi, Monda, Montanari, Nepoti, Ravegnani, Spagnolo, Tiburtini. Ma le finali mondiali giovanili vivono tante storie parallele: la nostra e' quella del signor Giovanni, un vispo ultrasettantenne che a 38 anni ha lasciato il suo Veneto per seguire la moglie americana. E negli Usa ha messo le tende, mai dimenticando il suo passato italiano. E ieri, infatti, tornando da Chicago, direzione New Jersey, si è fermato a Williamsport. Di baseball sa poco o niente, ma la sua frase vale tantissimo: "Ero in strada, conosco questo evento, ho saputo che giocava l'Italia, fermarmi un'oretta era un dovere". Proprio così, benvenuti a Williamsport.

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

24 giu 2018
Punto e a capo

Bologna e Rimini, play-off ormai in tasca

24 giu 2018
Serie A1

Ancora Osman!

24 giu 2018
Serie A1

Le mani sulla partita al quarto

24 giu 2018
Serie A1

Pirati, riscatto con gli interessi

23 giu 2018
Serie A1

L'Unipolsai dilaga a Sesto Fiorentino

23 giu 2018
Serie A1

Doppio di Mercuri e due errori: vince il Città di Nettuno

23 giu 2018
Serie A1

Per Rimini terzo inning fatale contro il ParmaClima

22 giu 2018
Serie A2

Il derby lombardo Bollate-Senago infiamma la prima di ritorno in A2

22 giu 2018
Serie A1

Per l'Unipolsai doppia partita a Sesto Fiorentino

21 giu 2018
Playball

Un fine settimana per palati fini con un gustoso derby Parma-Rimini

21 giu 2018
Serie A1

Parma-Rimini? Un big-match dove gli episodi risulteranno decisivi

21 giu 2018
Serie A1

Dal Titano al Tirreno, i numeri della sfida S. Marino-Nettuno

19 giu 2018
Baseball e TV

L’analisi dopo il "giro di boa” al Bar del Baseball - Extrainning

18 giu 2018
Serie A2

Le big di serie A2 fanno la voce grossa anche nell'ultima di Intergirone

17 giu 2018
Campionato Olandese

“Mister Kordemans”: con 1949 strike-out è il nuovo re d’Olanda

17 giu 2018
Punto e a capo

Bologna e Rimini continuano a volare, dietro è lotta a tre per i play off

17 giu 2018
Serie A1

Nettuno si prende la rivincita sul ParmaClima

17 giu 2018
Serie A1

T&A, doppietta per ripartire

17 giu 2018
Serie A1

Rimini di prepotenza

17 giu 2018
Serie A1

Ancora un bis per l'Unipolsai

16 giu 2018
Serie A1

Hernandez, sregolatezza e genio

16 giu 2018
Serie A1

Casanova-Lupo accoppiata vincente

16 giu 2018
NCAA

College World Series, la prima volta di Bocchi

16 giu 2018
Serie A1

UnipolSai bene a Padova

15 giu 2018
Major Leagues

Gli Houston Astros alla conquista del West…


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy