Baseball.it

Quel tricolore fluttuante tra Malnate e Roma

di Matteo Briglia
Domani alle 15 playball della sfida scudetto del XXI° campionato di baseball per ciechi sul “Leoni” di Casteldebole. I Patrini Malnate dei record (sesta finale in tornei AIBXC dal 2015), contro Roma All Blinds, a caccia del primo titolo
Armando Virgili dei Patrini Malnate mentre assiste in seconda
Armando Virgili dei Patrini Malnate mentre assiste in seconda
© Patrini Malnate

Terra rossa. Emozioni. Prodezze. Sorprese. Sudore. Adrenalina. Tensione. Sono solo alcuni tra gli ingredienti del cocktail che domani, sabato primo luglio alle ore 15, verrà offerto al pubblico atteso sulle tribune del "Leoni" di Casteldebole per la finale scudetto numero 21 del campionato di baseball per ciechi. In diamante, nemmeno troppo a sorpresa, per la "sfida delle sfide" i campioni d'Italia in carica dei Patrini Malnate e la Roma All Blinds, le squadre attualmente più complete, attrezzate e programmate nel panorama AIBXC.
Saga spettacolare tra prealpini e lupacchiotti, oggi in perfetta parità, che sabato vivrà il terzo capitolo di una sfida equilibrata e incerta, decisa agli extra inning nei primi due episodi. Gli All Blinds si sono infatti imposti in rimonta nella finale di Coppa Italia lo scorso settembre, grazie ai capolavori difensivi di Abidi e Bassani e in attacco del trio Somma, Pierri Bassani in un epilogo alla decima ripresa stile Major League. Pronta risposta dei Patrini quindici giorni dopo con il trionfo nel Torneo di fine stagione, intitolato a "Giovanni Natalini": gara spettacolare che premiava Malnate dopo un doppio tie-break grazie alle zampate decisive della premiata ditta Case-Casale-Burgio.
Nove mesi più tardi, e siamo ad oggi, Patrini e All Blinds si ritrovano di fronte determinate a contendersi il tricolore sino all'ultima pallina, in un vortice di emozioni che catalizzerà su Casteldebole l'attenzione e l'ammirazione di tifosi, stampa e addetti ai lavori.
Un cammino verso la finale diametralmente opposto per le due squadre: se da una parte i Patrini non hanno avuto grosse difficoltà a sbarazzarsi della resistenza di Bologna, grazie alla prova superlativa di un collettivo talentuoso e ispirato agli ordini degli skipper Chiesa e Gottardi, Roma ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione dei Lampi Milano, piegati al fotofinish dopo oltre 4 ore di baseball avvincente e assai dispendioso. All Blinds autori comunque di un autentico capolavoro in semifinale, mentale prima che tecnico, frutto di quel percorso umano individuale e di squadra preteso a gran voce dallo skipper capitolino Marco Corazza.
Stimolato da Baseball.it circa la continuità dei suoi lupacchiotti, un Corazza raggiante e concentrato ha svelato i segreti di questa metamorfosi: "La continuità di rendimento è sempre stato il nostro tallone d'Achille in passato. Quest'anno, ho chiesto espressamente alla squadra un impegno maggiore, responsabilizandoli ed inculcando loro il concetto che questo è il loro sport e che se quindi la spinta non fosse arrivata da loro stessi, sarebbero giunti risultati mediocri... In quel caso però, non avrei più offerto la mia disponibilità. Ho passione per questa disciplina, tanta, e vorrei che le venisse data la giusta dignità. L'entrare in campo con la mentalità e l'atteggiamento dei poveri ciechi che vanno a farsi la corsetta sulle basi non fa parte del mio modo di intendere lo sport: questo è baseball! Questo è un movimento che ha delle aspettative e vuole crescere. Se non si è disposti al sacrificio, nessuno viene trattenuto".
La doccia gelata d'amor proprio rovesciata dallo skipper romano sugli atleti ha portato inevitabilmente ad attriti in squadra, sfociati nell'addio/arrivederci di diversi elementi. Pungolato sul tema, Corazza non si è nascosto: "Vero, si sono persi dei pezzi. Ma chi ha deciso di rimanere ha dato il cento per cento. Quest'anno ho finalmente visto un impegno incredibile da parte di tutti, giocatori e assistenti, tanto da rendere superfluo ed antipatico il tentativo di stilare scale di valori tra noi".
Roma si presenta alla finale scudetto 2017 con la difesa meno perforata del campionato, errori ridotti all'osso, ancorata al giovane rookie terzabase Giorgio Napoli e all'interbase Federico Bassani, leader carismatici in campo come fuori. Significativa anche la crescita degli esterni Abidi, Mbengue e Leonardi, come del rookie romeno Florin Vintila. L'attacco è di tutto rispetto, guidato dall'esperienza verbosa di capitan Alfonso "Talpone" Somma, appoggiato dai veterani Peppe Checchi, Daniela Pierri, oltre che dai già citati Bassani, Vintila, Leonardi, Mbengue e dalla giovane Serena Reggi.
Ed ecco Malnate, la macchina schiacciasassi lombarda. Patrini che complessivamente hanno conquistato l'accesso a sei finali consecutive in altrettanti tornei giocati dall'ottobre 2015 (sconfitta al tie-break nell'appuntamento di fine stagione "Guglielmo Donai" contro Brescia). Bilancio di tre successi e due sconfitte, ma egemonia che pare rafforzarsi sulla concorrenza in virtù di una dedizione al lavoro e pianificazione di sforzi in funzione degli obiettivi, mentalità francamente assente nella concorrenza.
Varesini privi di punti deboli apparenti, impermeabili in difesa, ancorati alle prodezze di un Gaetano Casale da numeri impressionanti, sospinti da un attacco produttivo in ogni singolo elemento, spesso capace di surclassare gli avversari. I veterani Marco "Beauty" Case, Marchetto, Virgili, Burgio, come i più giovani Bossetti, Casale, Bernunzio e Okpara sono ormai icone sportive piuttosto note ai nostri aficionados, atleti che ogni fine settimana riaggiornano statistiche e record in AIBXC.
Anche skipper Chiesa sembra non preoccuparsi troppo della pressione che potrebbe pesare su mazze e guantoni dei suoi ragazzi: "Ci danno per favoriti? Bene! Cercheremo di rispettare il pronostico - dice a Baseball.it - Ricordo comunque che Roma è la squadra che ci ha messo più in difficoltà in questi due anni, spingendoci oltre i nostri limiti in tutte le gare giocate. Anche quest'anno, in intergirone, ci siamo imposti di misura, 1-0, ma la partita avrebbe potuto tranquillamente andare dalla loro parte".
Chiesa si sofferma infine sul chiacchiericcio e il glamour intorno alle prodezze del "One-man-show" Casale, dietro a quel suo sorriso beffardo e sornione tipico di chi ha in tasca parecchi master in psicologia e scienze della comunicazione applicate al batti e corri: "I Patrini sono Casale? Gaetano fa tutto per noi, pentole e coperchi? Beh, dev'essere davvero un grande chef... 25 punti segnati in semifinale, 7 subiti. Fa tutto lui... Avete per caso dato un'occhiata ai box score"?
Pronostico secco? Inerzia, abitudine alle vertigini, numeri e approccio mentale strizzano l'occhio ai patrini di Chiesa, Gottardi e Virgili Senior. Appetito, voglia di stupire, criptonite tecnico-tattica e assi nella manica in corso d'opera sembrano invece ammiccare agli All Blinds romani. Una cosa è certa: sabato pomeriggio sarà autentico spettacolo al "Leoni": accorrete in massa, altro che Vasco al Modena Park con le sue raucedini.

 

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

24 giu 2018
Punto e a capo

Bologna e Rimini, play-off ormai in tasca

24 giu 2018
Serie A1

Ancora Osman!

24 giu 2018
Serie A1

Le mani sulla partita al quarto

24 giu 2018
Serie A1

Pirati, riscatto con gli interessi

23 giu 2018
Serie A1

L'Unipolsai dilaga a Sesto Fiorentino

23 giu 2018
Serie A1

Doppio di Mercuri e due errori: vince il Città di Nettuno

23 giu 2018
Serie A1

Per Rimini terzo inning fatale contro il ParmaClima

22 giu 2018
Serie A2

Il derby lombardo Bollate-Senago infiamma la prima di ritorno in A2

22 giu 2018
Serie A1

Per l'Unipolsai doppia partita a Sesto Fiorentino

21 giu 2018
Playball

Un fine settimana per palati fini con un gustoso derby Parma-Rimini

21 giu 2018
Serie A1

Parma-Rimini? Un big-match dove gli episodi risulteranno decisivi

21 giu 2018
Serie A1

Dal Titano al Tirreno, i numeri della sfida S. Marino-Nettuno

19 giu 2018
Baseball e TV

L’analisi dopo il "giro di boa” al Bar del Baseball - Extrainning

18 giu 2018
Serie A2

Le big di serie A2 fanno la voce grossa anche nell'ultima di Intergirone

17 giu 2018
Campionato Olandese

“Mister Kordemans”: con 1949 strike-out è il nuovo re d’Olanda

17 giu 2018
Punto e a capo

Bologna e Rimini continuano a volare, dietro è lotta a tre per i play off

17 giu 2018
Serie A1

Nettuno si prende la rivincita sul ParmaClima

17 giu 2018
Serie A1

T&A, doppietta per ripartire

17 giu 2018
Serie A1

Rimini di prepotenza

17 giu 2018
Serie A1

Ancora un bis per l'Unipolsai

16 giu 2018
Serie A1

Hernandez, sregolatezza e genio

16 giu 2018
Serie A1

Casanova-Lupo accoppiata vincente

16 giu 2018
NCAA

College World Series, la prima volta di Bocchi

16 giu 2018
Serie A1

UnipolSai bene a Padova

15 giu 2018
Major Leagues

Gli Houston Astros alla conquista del West…


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy