Baseball.it

Chi fermerà la corsa di Oregon State verso Omaha?

di Andrea Palmia
Tempo di playball per il torneo finale NCAA che culminerà a metà giugno con le College World Series. Da vedere se Oregon State, dominatrice della stagione regolare, riuscirà a vincere il titolo nazionale subentrando a Coastal Carolina
Luke Heimlich, lanciatore mancino di Oregon State
Luke Heimlich, lanciatore mancino di Oregon State
© D1baseball.com

Con l'arrivo di giugno, la stagione del baseball NCAA entra nella fase decisiva con la disputa del torneo finale a 64 e l'assegnazione del titolo nazionale durante le College World Series in programma, come tradizione, ad Omaha (Nebraska) da sabato 17 a mercoledì 28. Si parte già stanotte con il primo dei 16 concentramenti (Regionals) composti da 4 squadre ciascuno le cui vincitrici si affronteranno in 8 Super Regionals (mini serie al meglio delle 3 partite) da cui scaturiranno le regine delle College World Series 2017. Un ghiotto anticipo dovuto ad una particolare esigenza: il Regional con sede a Palo Alto in California, cui partecipa Brigham Young, università mormone, inizierà e chiuderà prima degli altri per motivi religiosi: i giocatori di BYU non scendono infatti in campo la domenica.
Dopo la disputa dei tornei delle varie Conference, sono state elette le migliori 64 del paese con alcune escluse di lusso: su tutte Miami che vede interrompersi una striscia record di 44 partecipazioni consecutive e South Carolina, a cui fanno da contraltare Florida Gulf Coast e Davidson, strafelici per la loro prima selezione assoluta.
Curioso come le prime due teste di serie, cioè Oregon State e North Carolina, fossero assenti dal tabellone finale nella scorsa edizione a testimoniare il grande lavoro dei loro coach, Pat Casey e Mike Fox, fra i migliori in assoluto dell'intera NCAA. Oregon State arriva come super favorita con un record di 49 vittorie e sole 4 sconfitte e numero 1 nel Ranking nazionale da 12 settimane consecutive. I punti di forza dei Beavers sono certamente i due lanciatori partenti, Luke Heimlich (10 vinte ed 1 sola persa, 0.81 di media pgl, 120 strike-out in 111.1 inning lanciati) e Jake Thompson (10 vittorie e zero sconfitte con 1.31 di media pgl) ben spalleggiati da un attacco senza straordinaria potenza ma con tanti battitori di contatto e veloci.
Principale ostacolo fra Oregon State ed il titolo NCAA 2017 è LSU (Louisiana State University), squadra talentuosa, esperta e coperta in ogni ruolo, che presenta un tris di partenti sul monte di grande valore - Jared Pochè, Alex Lange ed Erik Walker (25 vittorie e sole 9 sconfitte complessive) - e un line-up pericoloso guidato dal lead-off Kramer Robertson (interbase con .314 di media battuta e 39 rbi) e dall'esterno destro Greg Deichmann (.330 nel box con 19 fuoricampo e 67 punti battuti a casa).
Fra le squadre più "calde" del momento e destinate a un ruolo da protagoniste troviamo sicuramente Florida State che, data in pre-season come una delle favorite, ha avuto invece un andamento molto deludente, anche a causa di alcuni infortuni a giocatori chiave. Ma è entrata finalmente in forma al momento giusto totalizzando 12 vittorie nelle ultime 15 partite e conquistando di slancio il titolo nel torneo dell'Atlantic Coast Conference eliminando dapprima una delle favorite cioè Louisville e quindi nella finale North Carolina.
Proprio quest'ultima dovrebbe essere un'altra delle antagoniste principali di Oregon State con la punta di diamante rappresentata dal lanciatore J.B.Bukauskas (9 vinte e zero perse con 2.02 di media pgl e ben 111 strike-out ottenuti) supportato dal giovane Gianluca Dalatri (6 vinte e 3 sconfitte) e da un attacco molto produttivo.
A completare il campo delle rivali più accreditate c'è certamente Stanford che vuole celebrare degnamente l'ultima stagione nel dug-out dei Cardinals di Mark Marquess, una leggenda a Palo Alto in California, da 41 anni manager del programma di baseball con oltre 1.600 vittorie ottenute.
Fra i giocatori da seguire con maggior interesse l'esterno di Mississippi State, Brent Rooker che ha sfiorato la Tripla Corona, risultato raggiunto in passato a livello di Southeastern Conference dal grande Rafael Palmeiro, dimostrandosi il miglior battitore a livello di College con cifre da capogiro (.404 di media battuta con 21 fuoricampo, 5° assoluto a livello NCAA e ben 76 punti battuti a casa). Restando in argomento, da sottolineare le qualità offensive di Pavin Smith di Virginia (.346 nel box con 12 homerun e 72 rbi) e del sensazionale seconda base Nick Madrigal, scintilla dei Beavers di Oregon State con il suo .377 di media battuta e ben 77 valide in stagione.
Come testimonia benissimo la vittoria del titolo nazionale lo scorso anno da parte della sorpresa Coastal Carolina, non bisogna mai sottovalutare le outsider della vigilia fra le quali troviamo senz'altro Arkansas, Kentucky, Clemson, Houston e anche Mississippi State della stella Brent Rooker, nominato recentemente giocatore dell'anno nella Southeastern Conference e sicuramente scelto al primo giro nel prossimo draft MLB.
Dando un veloce sguardo al tabellone dei Regionals, si segnalano sicuramente per l'incertezza quello che vede Texas Christian come ospitante contro la sempre pericolosa rivale Virginia e quello che comprende Wake Forest, Maryland e West Virginia senza dimenticare anche la sfida super equilibrata fra un terzetto di ottimo valore che comprende Clemson, Vanderbilt e St. John's.

 

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

24 nov 2017
Italian Baseball League

San Marino, perché Mario Chiarini

24 nov 2017
Mercato

Bologna prende l'olandese Lampe

21 nov 2017
Italian Baseball League

Michelini: quale campionato?

20 nov 2017
Italian Baseball League

Pillisio verso la Presidenza del Rimini

17 nov 2017
Italian Baseball League

San Marino ha scelto Mario Chiarini

17 nov 2017
Major Leagues

Carlos Beltran dice addio al baseball giocato

16 nov 2017
Major Leagues

MLB, Molitor e Lovullo eletti manager dell’anno

15 nov 2017
Major Leagues

A Judge e Bellinger il “Rookie of the Year”

14 nov 2017
Mercato

Anche Sambucci torna a Parma

12 nov 2017
Italian Baseball League

E' stato Nanni a dire basta

10 nov 2017
Italian Baseball League

San Marino-Nanni, è già finita

10 nov 2017
Major Leagues

I bomber della Major, ecco i Silver Slugger 2017

10 nov 2017
Varie

Spring-training all’italiana: parte la “Pizza League”

9 nov 2017
Mercato

Ricardo Paolini al Parma

8 nov 2017
Major Leagues

Addio Roy: il mondo del baseball piange Halladay

4 nov 2017
Mercato

Torna a casa Poma

2 nov 2017
Major Leagues

“Houston, non abbiamo un problema ma finalmente l’anello”

30 ott 2017
Major Leagues

Una folle gara-5 porta gli Astros a un passo dal trionfo

27 ott 2017
Major Leagues

Goodbye New York: Girardi lascia gli Yankees

26 ott 2017
Major Leagues

Incredibili Astros, 11 riprese per mettere ko i Dodgers

26 ott 2017
Baseball.it Awards

"Baseball.it Awards 2017", la corsa continua...

25 ott 2017
Major Leagues

World Series roventi, ai Dodgers la prima sfida

23 ott 2017
Major Leagues

Houston raggiunge Los Angeles alle World Series

22 ott 2017
European Baseball Series

L'Italia non concede il "tris"  

21 ott 2017
European Baseball Series

Bis azzurro nelle European Series


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2017 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy