Baseball.it

Il dugout e gli spalti: istruzioni per il campionato

di Luigi Giuliani
Nel giorno d'avvio dell'Italian Baseball League 2017, alcune riflessioni su come vivere l'Opening Day e le seguenti partite di campionato, sulla scia delle pagine del grande Thomas Boswell
Dugout
Dugout
© wikimedia.org

Ci siamo. L'odore dell'erba tagliata di fresco, il bianco puro del gesso sulla terra rossa, l'azzurro del cielo che sovrasta il lanciatore sul mound: sui diamanti di tutto il pianeta aprile è il mese del primo playball. Il ritmo vitale del baseball si associa intimamente a quello della natura, al lavoro nei campi, a un universo armonico in cui tutto nasce in primavera e si assopisce in autunno per poi ridestarsi di nuovo con i germogli d'aprile, in un ciclo infinito che ha al suo centro l'uomo.
Sta per cominciare un nuovo anno di baseball, un nuovo campionato. Ma forse è il Tempo stesso a iniziare col primo lancio della prima partita, con quel gesto che scandisce il momento in cui tutto ha inizio. Thomas Boswell, uno dei grandi giornalisti sportivi americani che da sempre scrive di baseball dalle colonne del Washington Post, lo ha sottolineato in Why Time Begins On Opening Day, una raccolta di suoi saggi del 1982, in cui parla dell'Opening Day come di un rito collettivo, con le sue regole, le sue emozioni, le pulsioni vissute da giocatori e tifosi.
Alla vigilia dell'Opening Day dell'IBL, voglio riprendere qui quelli che Boswell chiama i Comandamenti del Dugout, dei veri e propri precetti che ci spiegano come i giocatori di Major League vedono e giudicano una partita e l'intera stagione, e come dovremmo vederla noi dagli spalti.
1- Giudicate lentamente - Mai giudicare un giocatore o una squadra sulla base di poche partite. Il vero intenditore di baseball non si affretta mai nei giudizi, ed è l'ultimo a farsi un'opinione e anche l'ultimo a cambiarla.
2- Dovete presumere che tutti in campo stiano dando ragionevolmente il massimo - Nel baseball l'impegno individuale è il fattore più difficile da valutare, anche perché non sempre il massimo sforzo fisico produce un rendimento ottimale. Anzi, a lungo andare uno sforzo del 110% può essere persino controproducente. L'ideale è raggiungere un equilibrio fra sforzo e rilassamento lungo l'arco di una partita in modo da mantenere la tensione fisica e mentale costantemente attorno all'80%.
3- Gli errori fisici, anche i più grotteschi, vanno perdonati - Nelle buone squadre le limitazioni fisiche dei giocatori vengono ignorate durante la partita. L'esterno che sbaglia una presa al volo facile, il battitore che va tre volte strike out, il pitcher che colleziona basi su ball, sono episodi che per chi sta in panchina semplicemente non esistono. "Non ci pensare", si dicono i giocatori fra di loro, e l'errore di tiro o di guanto è visto solo come un inconveniente del mestiere. La colpa non va scaricata sul giocatore, ma in ultima istanza va fatta risalire casomai al manager che (in allenamento o in partita) non ha saputo prevedere ed evitare quei fattori che hanno portato all'errore.
4- Al contrario, vanno criticati duramente gli errori "di testa" - Bisogna capire se l'errore è stato fatto "al di sopra o a al di sotto del collo": non eseguire una copertura o non prendere un segnale sono errori mentali imperdonabili.
5- Apprezzare chi va al sodo più di chi esegue giocate spettacolari - Nel baseball importano i grandi numeri, la costanza nei risultati. Un giocatore non va giudicato per una presa acrobatica o un fuoricampo lunghissimo: quelle sono eccezioni, mentre nel baseball ciò che conta è la regola.
6- Prestate più attenzione all'impostazione teorica di un'azione che al suo risultato concreto - Interpretare correttamente una situazione di gioco e prendere le decisioni giuste non garantisce mai un risultato positivo in uno sport come il baseball in cui vengono considerati buoni il battitore che ottiene tre valide su dieci turni o la squadra che in un campionato perde il 40% delle partite. Davanti a un hit-and-run o uno squeeze non riusciti non critichiamone gli esiti, ma domandiamoci: "In quella determinata situazione, è stata presa la decisione giusta in attacco?"
7- Le decisioni vanno prese (e giudicate) nel loro contesto immediato - Un buon pitcher non sa mai quale sarà il suo secondo lancio, ma deciderà sulla base del comportamento del battitore sul primo. Allo stesso modo, un manager farà giocare i corridori a seconda dell'andamento dell'inning. I piani prestabiliti in realtà si adattano all'evolversi della partita. Saper giudicare l'attimo, la situazione concreta è un valore sia in campo, sia nel dugout, sia sugli spalti.
8- Ricordiamoci che i primi a sapersi giudicare sono i giocatori - Un lanciatore o un battitore in crisi sanno benissimo di esserlo. A un certo livello, un giocatore è il primo critico di se stesso. Teniamone conto prima di stroncarlo, perché avrà bisogno più del nostro appoggio che dei nostri fischi.
Questo, in poche parole, è il vademecum di Boswell. Buon Opening Day a tutti.

 

Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

23 giu 2018
Serie A1

Doppio di Mercuri e due errori: vince il Città di Nettuno

23 giu 2018
Serie A1

Per Rimini terzo inning fatale contro il ParmaClima

22 giu 2018
Serie A2

Il derby lombardo Bollate-Senago infiamma la prima di ritorno in A2

22 giu 2018
Serie A1

Per l'Unipolsai doppia partita a Sesto Fiorentino

21 giu 2018
Playball

Un fine settimana per palati fini con un gustoso derby Parma-Rimini

21 giu 2018
Serie A1

Parma-Rimini? Un big-match dove gli episodi risulteranno decisivi

21 giu 2018
Serie A1

Dal Titano al Tirreno, i numeri della sfida S. Marino-Nettuno

19 giu 2018
Baseball e TV

L’analisi dopo il "giro di boa” al Bar del Baseball - Extrainning

18 giu 2018
Serie A2

Le big di serie A2 fanno la voce grossa anche nell'ultima di Intergirone

17 giu 2018
Campionato Olandese

“Mister Kordemans”: con 1949 strike-out è il nuovo re d’Olanda

17 giu 2018
Punto e a capo

Bologna e Rimini continuano a volare, dietro è lotta a tre per i play off

17 giu 2018
Serie A1

Nettuno si prende la rivincita sul ParmaClima

17 giu 2018
Serie A1

T&A, doppietta per ripartire

17 giu 2018
Serie A1

Rimini di prepotenza

17 giu 2018
Serie A1

Ancora un bis per l'Unipolsai

16 giu 2018
Serie A1

Hernandez, sregolatezza e genio

16 giu 2018
Serie A1

Casanova-Lupo accoppiata vincente

16 giu 2018
NCAA

College World Series, la prima volta di Bocchi

16 giu 2018
Serie A1

UnipolSai bene a Padova

15 giu 2018
Major Leagues

Gli Houston Astros alla conquista del West…

15 giu 2018
Serie A2

Il Maremà Grosseto vuole dare un calcio alla crisi con Collecchio

15 giu 2018
Serie A1

T&A, dimenticare la retrocessione in Coppa

14 giu 2018
Serie A1

Il Rimini riparte dal campo del City

14 giu 2018
Serie A1

Unipolsai attenta all ex: Alex Russo

14 giu 2018
Playball

Alessandro Lucarelli apre la sfida playoff Parma Clima-Città di Nettuno


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2018 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy