Baseball.it

Desimoni torna nella "sua" Parma

di Redazione
La società ducale ha ufficializzato il ritorno di uno dei suoi giocatori più rappresentativi al termine del prestito al Rimini. La dirigenza si augura che apra la strada ad altri graditi ritorni
Stefano Desimoni con la divisa del Parma
Stefano Desimoni con la divisa del Parma
© Andrea Cantini

E' del Parma il primo colpo di mercato in vista dell'Italia Baseball League 2016. Il club ducale ha infatti ufficializzato pochi minuti fa con un comunicato stampa il ritorno in "pinstripes" del figliol prodigo Stefano Desimoni, dopo due stagioni in prestito al Rimini coronate dalla vittoria di uno scudetto e una Coppa Italia.
L'esterno centro della nazionale italiana torna dunque nella squadra della sua città natale dalla quale si era dovuto separare due stagioni fa in quanto "io e la società avevamo obiettivi diversi: io volevo lottare ancora per traguardi importanti, mentre il Parma non poteva più permettersi di competere ad alti livelli, pagando alcune scelte particolari fatte in precedenza che avevano portato alla situazione che tutti conosciamo. Ora, avendo constatato la serietà di questo nuovo staff dirigenziale, le strade tornano ad incrociarsi"
Secondo quanto risulta alla nostra redazione, dovrebbe trattarsi di un accordo su base annuale, al termine del quale le parti si siederanno attorno ad un tavolo e valuteranno un eventuale prolungamento: "La nuova società mi ha subito ispirato fiducia - ha dichiarato il giocatore- mi sono state fatte delle promesse e sono convinto che verranno rispettate, a fine stagione sia io che I dirigenti valuteremo se le cose saranno andate in modo soddisfacente."
Per la società si tratta di un colpo importante, di grande prestigio che conferma la serietà del nuovo corso dirigenziale e la volontà ferrea di ricostruire una squadra importante, nella speranza che Desimoni sia solo il primo di una serie di importanti ritorni. Per il momento, il direttore sportivo, a nome del club, esprime grande soddisfazione "Per aver riportato a Parma uno dei nostri figli più amati. Un ragazzo nato e cresciuto a Parma. Riteniamo che sia l'elemento di talento in grado di alzare notevolmente il tasso tecnico della squadra e allo stesso tempo uomo di personalità ed esperienza che può guidare il gruppo anche all'interno dello spogliatoio. Siamo contenti ma non ci fermiamo qui perchè la nostra volontà è quella di riportare a Parma tutti quei ragazzi ai quali per I noti problemi abbiamo dovuto rinunciare nelle ultime stagioni."
Stefano aveva esordito in IBL proprio con la divisa del Parma nel 2005. Ha militato nella società ducale per dieci stagioni, conquistando anche lo scudetto della stella nel 2010. Stagione nella quale ha anche esordito in nazionale maggiore agli europei di Stoccarda, terminati con il trionfo azzurro dopo tredici anni di digiuno. Sempre nel 2010 ha partecipato alla spedizione a Taiwan, per la Coppa Intercontinentale nella quale la nostra nazionale ha conquistato lo storico bronzo. Nel 2012 ha bissato in Olanda la conquista del titolo europeo, mentre nel 2013 ha partecipato al World Baseball Classic. Secondo agli Europei 2014 e terzo quest'anno. Unanimemente considerato il miglior esterno d'Europa, ha fatto parte della selezione europea che ha sfidato I professionisti giapponesi nel marzo 2015 a Tokio, riuscendo anche a batterli in uno dei due incontri.
Torna a Parma per motivazioni sportive e professionali: "in quanto avevo la necessità professionale di riavvicinarmi a tempo pieno alla città".
Sugli obiettivi stagionali della sua nuova-vecchia squadra preferisce mantenere un profilo basso: Non dovremo avere la pretesa e la fretta di vincere subito, ma l'obiettivo di tutti deve essere quello di costruire un complesso solido sia a livello di squadra che di struttura societaria, che possa durare negli anni. Altrimenti rischieremmo di commettere di nuovo l'errore che fu commesso dopo la vittoria dello scudetto nel 2010
Infine non manca di mandare un saluto alla sua ex squadra e all'ambiente di Rimini "Quelli passati in Romagna sono stati due anni nei quali ho avuto la possibilità di giocare e confrontarmi con grandi campioni, con dei professionisti. Ciò mi ha permesso di crescere a livello sportivo e umano.Desidero ringraziare con affetto la dirigenza, I tifosi e soprattutto I miei ex compagni. Tutti fin da subito mi hanno fatto sentire uno di loro, come se avessi sempre giocato a Rimini. Mi hanno sempre trattato con rispetto e educazione e ogni volta che ho avuto bisogno si sono sempre mostrati pronti ad aiutarmi. Ci lasciamo da amici e quando ci incontreremo ci saluteremo volentieri. Auguro a Rimini di proseguire nella grande tradizione della città e della società"
Parma riabbraccia quindi una delle sue stelle più luccicanti, alla quale spera però di poterne presto riaggiungere altre. La dirigenza e lo staff tecnico stanno infatti lavorando sodo nel tentativo di riportare allo stadio Cavalli altri due giovani emigrati nelle passate stagioni, tuttavia le trattative, a quanto ci risulta, sono ancora in divenire.
Al di là di queste operazioni la volontà del Parma in questo mercato invernale è quella di costruire una squadra che possa puntare ai play-off, puntellando il roster laddove lo scorso anno erano apparse crepe. Innazitutto verrà rinforzato il monte di lancio italiano, successivamente si cercherà di inserire nel line-up un battitore in grado di far fare il salto di qualità a livello offensivo. A tal proposito, ferma restando la volontà di confermare l'interbase Mirabal, è al vaglio la posizione di Mario Martinez, autentica garanzia a livello difensivo, al quale lo staff tecnico deve decidere se dare una seconda opportunità relativamente al suo contributo nel box di battuta. Per quanto riguarda il monte di lancio straniero sono in sede di valutazione alcuni giocatori sudamericani. Verranno poi inseriti in rosa un back-up tra gli interni e probabilmente anche un esterno.
Licenza Creative Commons È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it.
Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.
COMMENTA L'ARTICOLO
Il commento prima di essere visibile dovrà essere confermato attraverso l'indirizzo e-mail inserito nel modulo

  1. 1FrancescoScritto il 18 ott 2016 (08:56)

    Ciao Stefano. E' stato un piacere e un onore avere a Rimini. Un gran giocatore e, soprattutto "una bella persona" come Te. Un vero campione e un leader silenzioso in un dug-out anche troppo loquace. Ritengo che, tornare a casa con Giulio e Gibo, potrà essere solo positivo.

24 nov 2017
Italian Baseball League

San Marino, perché Mario Chiarini

24 nov 2017
Mercato

Bologna prende l'olandese Lampe

21 nov 2017
Italian Baseball League

Michelini: quale campionato?

20 nov 2017
Italian Baseball League

Pillisio verso la Presidenza del Rimini

17 nov 2017
Italian Baseball League

San Marino ha scelto Mario Chiarini

17 nov 2017
Major Leagues

Carlos Beltran dice addio al baseball giocato

16 nov 2017
Major Leagues

MLB, Molitor e Lovullo eletti manager dell’anno

15 nov 2017
Major Leagues

A Judge e Bellinger il “Rookie of the Year”

14 nov 2017
Mercato

Anche Sambucci torna a Parma

12 nov 2017
Italian Baseball League

E' stato Nanni a dire basta

10 nov 2017
Italian Baseball League

San Marino-Nanni, è già finita

10 nov 2017
Major Leagues

I bomber della Major, ecco i Silver Slugger 2017

10 nov 2017
Varie

Spring-training all’italiana: parte la “Pizza League”

9 nov 2017
Mercato

Ricardo Paolini al Parma

8 nov 2017
Major Leagues

Addio Roy: il mondo del baseball piange Halladay

4 nov 2017
Mercato

Torna a casa Poma

2 nov 2017
Major Leagues

“Houston, non abbiamo un problema ma finalmente l’anello”

30 ott 2017
Major Leagues

Una folle gara-5 porta gli Astros a un passo dal trionfo

27 ott 2017
Major Leagues

Goodbye New York: Girardi lascia gli Yankees

26 ott 2017
Major Leagues

Incredibili Astros, 11 riprese per mettere ko i Dodgers

26 ott 2017
Baseball.it Awards

"Baseball.it Awards 2017", la corsa continua...

25 ott 2017
Major Leagues

World Series roventi, ai Dodgers la prima sfida

23 ott 2017
Major Leagues

Houston raggiunge Los Angeles alle World Series

22 ott 2017
European Baseball Series

L'Italia non concede il "tris"  

21 ott 2017
European Baseball Series

Bis azzurro nelle European Series


_______
Redazione Baseball.it

BASEBALL.IT è una testata giornalistica online regolarmente registrata al Tribunale di Bologna che si avvale della collaborazione volontaria e a titolo gratuito di giornalisti, esperti e semplici appassionati il cui obiettivo principale è quello di raccontare il baseball italiano e internazionale.

Licenza Creative Commons

Tutti i contenuti di BASEBALL.IT sono pubblicati sotto la licenza "Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia".
Se anche tu desideri collaborare ed entrare a far parte del nostro staff, contattaci con l'indicazione degli argomenti specifici su cui ti piacerebbe contribuire.
È consentita la diffusione in qualunque forma degli articoli e dei dati pubblicati sul sito www.baseball.it. Tuttavia si richiede che la riproduzione sia completa e non parziale, che comprenda nome, cognome dell'Autore e pagina web dell'articolo riprodotto.

© 1998-2017 - Baseball.it di Alessandro Labanti | Reg. n° 7419 del 26/3/2004 Tribunale di Bologna - Direttore Responsabile Filippo Fantasia - Privacy Policy