Cade Cavalli lanciato “al galoppo” nella NCAA

Il forte lanciatore partente e battitore designato di chiare origini italiane sta trascinando gli Oklahoma Sooners ai vertici della “Big 12 Conference” e dell’intera NCAA. 8 partenze, 4 vittorie e 2.30 di mpgl, .324 di media battuta con 3 fuoricampo e 16 rbi

Soonersports.com
Cade Cavalli
© Soonersports.com

In un’era di super specializzazione, nel baseball è sempre più raro – sia in America che altrove – trovare giocatori capaci di farsi valere sul monte di lancio e nel box di battuta. Ciò sottolinea ancora di più il grande talento di Cade Cavalli, lanciatore partente e bomber dei Sooners di Oklahoma. E’ un figlio d’arte visto che papà Brian negli anni ’90 è stato catcher nell’organizzazione dei Los Angeles Angels.
In questo 2019, sua seconda stagione nelle fila di Oklahoma, Cade Cavalli si è da subito guadagnato il primo spot nella rotazione dei partenti di coach Skip Johnson dopo una discreta annata d’esordio con 11 apparizioni sul mound e 2 partenze totalizzando 3 vittorie e 2 sconfitte con 18 strike-out in 17.1 inning lanciati e distinguendosi anche nel box di battuta con .202 di media, 6 fuoricampo e 28 punti battuti a casa in 58 partite.
Durante l’estate, come molti altri giovani talenti NCAA, ha preso parte alla Cape Code Summer League con i Wareham Gatemen lanciando in 5 partite con 3 partenze, una media pgl di 4.15 e ottenendo 15 strikeout in 13 inning. Questa esperienza lo ha sicuramente avvantaggiato in vista della nuova stagione tanto che all’esordio contro Cal Poly coach Johnson non ha avuto esitazioni nell’affidargli il ruolo di partente.
Attualmente Oklahoma ha un record di 24 vinte e 10 perse, è fra le 25 migliori compagini nel Ranking NCAA. Cavalli ha totalizzato 8 partenze con 4 vittorie e 1 sola sconfitta con un ottimo 2.30 di media pgl a cui sono da aggiungere 43 strikeout in altrettanti inning lanciati. Come se non bastasse, anche in attacco si disimpegna alla grande con un buonissimo .324 di media battuta in 18 gare disputate da designato con 3 fuoricampo e 16 punti battuti a casa.
Curioso come nell’ultimo fine settimana ad aprire il trittico fra Oklahoma e Texas Christian sia andata in scena una sfida a forti tinte “tricolori” con lo scontro sul monte di lancio fra Cade Cavalli e Nick Lodolo, stella della rotazione di TCU e uno dei migliori prospetti NCAA in vista del prossimo draft MLB di Giugno. I padroni di casa di Oklahoma hanno vinto di misura per 7-6 ma entrambi i lanciatori partenti hanno subito un discreto numero di valide e sono stati sostituiti dopo 5 inning di gioco.

Andrea Palmia
Informazioni su Andrea Palmia 98 Articoli
Andrea Palmia è nato a Bologna il 4 aprile 1968 e vive nel capoluogo emiliano con la moglie Aurora e la figlia Lucia di due anni. Laureato in Pedagogia con una tesi sperimentale sui gruppi ultras, lavora dal 1995 come educatore professionale con utenti disabili mentali e fisici. Appassionato di sport in genere ed in particolare di quelli americani, ha sempre avuto come sogno nel cassetto quello di fare il giornalista sportivo. Dal baseball giocato nel cortile del condominio con una mazza scolorita alle partite allo stadio Gianni Falchi con i fuoricampo di Roberto Bianchi e Pete Rovezzi, il passo è stato breve. Fortitudino nel DNA, nutre una passione irrazionale per i "perdenti" o meglio per le storie sportive "tormentate" fatte di pochi alti e di molti bassi.

Commenta per primo

Lascia un commento